20 novembre 2018 - Lugo, Cultura, Eventi

“Arte e natura. Il fascino dell’inganno”, la mostra di Paola Babini

Il secondo appuntamento della rassegna ASCOMARTE 2018 – 2019

Ascomarte 2018-2019

Si rinnova, con il secondo appuntamento della rassegna ASCOMARTE 2018 – 2019, l’impegno di Confcommercio Ascom Lugo e Banca di Credito Cooperativo Ravennate e Imolese per la promozione del territorio con la valorizzazione delle espressioni artistiche del luogo.

Arte e natura. Il fascino dell’inganno”

In tale contesto è stata inaugurata domenica 18 novembre, presso il Palazzo del Commercio – Via Acquacalda n° 29, la mostra di Paola Babini “Arte e natura. Il fascino dell’inganno.

Essa resterà aperta fino a domenica 16 dicembre.

La mostra

L’artista espone una serie di opere realizzate con varie tecniche e materiali diversi.

Carlo Polgrossi, nel testo che accompagna il catalogo della mostra, scrive dell’amica e artista Paola Babini: “Paola è artista insolita, atipica e portatrice di un raro e raffinato linguaggio formale.

Le sue opere sono di preferenza eseguite a tecnica mista su carta, plexiglass o acetati ed accuratamente elaborate con sovrapposizioni di vario genere.

Ogni dipinto è posto in cornici o teche trasparenti che rimandano visioni cangianti ed instabili dei loro contenuti.

Da ciò scaturiscono scenografie oniriche e metafisiche, apparentemente inaccessibili e che solo un'attenta analisi visiva può condurre alla tematica di fondo dell'artista che è la sofferenza per la perdita della bellezza nata dall'incapacità di riconoscerla.

E come ogni artista colto e capace, Paola non può che ricostruire e riproporre la memoria del passato con lo sguardo del presente.

Intento ovviamente eroico e per questo destinato a fallire ma che, proprio nella caduta trova la misura della sua grandezza artistica.

Fa comprendere che l'angoscia per la perdita dell'estetica non fa riferimento esclusivo all'arte ma è paradigmatica della condizione umana, dal singolo individuo all'intera società. Sono immagini asciutte e senza lacrime, a volte ironicamente civettuole o patinate, sempre soffuse di malinconia.

Dove ci condurranno quelle scarpe dipinte e imbalsamate?

Per quali sentieri giungeremo in finte piazze di cartone plasticato?

Fino a quando quella stagione di sogno e di speranze potrà ancora incantarci?

E nella solitudine della decadenza, chi si occuperà mai di noi e di ciò che amiamo? “

Orari

La mostra resterà aperta fino a domenica 16 dicembre, con orari: martedì a giovedì 15.00-18.00 – sabato e festivi 15.30 – 18.30.

Informazioni

www.ascomlugo.it.

Tel.0545.30111.

Ingresso libero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018