4 settembre 2019 - Lugo, Cronaca

Condannato per il possesso di 51 grammi di hashish a Milano, portato in carcere dalla Polizia

La Polizia di Stato ha dato corso all’ordine di esecuzione di pene detentive, emesso dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Milano, nei confronti di un 28enne cittadino marocchino domiciliato nel comprensorio lughese, con precedenti penali per violazione della disciplina in materia di sostanze stupefacenti.

A fine ottobre del 2017, fu arrestato a Milano, dall’equipaggio di una volante del Commissariato di P.S. Porta Genova, perché durante un controllo risultò in possesso di un involucro contenente 51 grammi di hashish.

Per quell’episodio il Giudice per le Indagini Preliminari preso il Tribunale di Milano dispose la custodia cautelare in carcere in ragione della quale il 28enne trascorse due mesi di detenzione per poi patteggiare una pena di un anno e 4 mesi.

A conclusione dell’iter processuale, divenuta esecutiva la sentenza, l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Milano, inizialmente, ha emesso l’ordine di esecuzione della pena residua di un anno e due mesi di reclusione oltre al pagamento della multa di 1400 euro con contestuale sospensione dell’ordine trattandosi di una pena inferiore a tre anni di detenzione.

Poiché il 28enne, pur avendone facoltà, non ha richiesto una misura alternativa alla detenzione carceraria, la Procura della Repubblica di Milano ha disposto nei suoi confronti la carcerazione. Il giovane è stato rintracciato ieri, 3 settembre, pomeriggio dagli investigatori della Squadra Mobile di Ravenna che, dopo le formalità previste dalla legge, lo hanno condotto alla Casa Circondariale di Ravenna dove dovrà restare sino a novembre del 2020.

Tag: arresto

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019