18 ottobre 2019 - Lugo, Cronaca

Documenti contraffatti per il permesso di soggiorno: denunciato

Buste paga falsificate e l'azienda era inattiva dal 2013

La Polizia di Stato ha denunciato un 22enne ghanese residente a Lugo, per il reato di contraffazione di documenti al fine di ottenere il rilascio del permesso di soggiorno.

Come rileva la Polizia in una nota, si era presentato all’Ufficio Immigrazione del Commissariato di Lugo per convertire il proprio permesso di soggiorno rilasciatogli per motivi umanitari dalla Questura di Forlì, in quello per motivi di lavoro consegnando della documentazione relativa al suo rapporto di lavoro.

Le verifiche effettuate dai poliziotti dell’Immigrazione hanno rilevato che il rapporto di lavoro era cessato da tempo e, pertanto, veniva comunicato allo straniero l’avvio del procedimento amministrativo volto al diniego dell’istanza di conversione del permesso di soggiorno.

Successivamente, al fine di ottenere il rilascio del titolo di soggiorno per motivi di lavoro subordinato, l’uomo depositava, presso l’Ufficio Immigrazione del Commissariato di P.S. di Lugo, ulteriore documentazione comprovante una nuova attività lavorativa subordinata.

Da una prima analisi, la documentazione risultava palesemente contraffatta, ragion per cui gli atti sono stati passati all’omologo ufficio della Questura e alla Squadra Mobile per le necessarie indagini in seguito alle quali emergeva che le buste paga esibite a corredo dell’istanza erano palesemente contraffatte, specie nella quantificazione delle giornate lavorative feriali e festive.

Risultava inoltre che l’azienda che le aveva emesse, agli archivi della Camera di Commercio, risultava inattiva dall’anno 2013.

Il ghanese è stato quindi denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di contraffazione di documenti al fine di ottenere il rilascio del permesso di soggiorno.

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019