2 gennaio 2020 - Lugo, Arte

Lugo: Tante mostre d'arte aperte in città

Ancora visitabili nel mese di gennaio le esposizioni dedicate a Giuseppe Rustichelli e alla collezione di Giovanni Corelli Grappadelli

Il 2020 inizia all’insegna dell’arte a Lugo. Sono infatti numerose le esposizioni in programma in questi giorni in città e nelle frazioni.
Fino a venerdì 10 gennaio è visitabile nel Chiostro del Carmine la mostra “Rustico – opere”, esposizione della donazione di Giuseppe Rustichelli a dieci anni dalla sua scomparsa. Giuseppe Rustichelli, detto Rustico, lughese di nascita, dopo avere studiato all’Accademia di Belle Arti di Carrara, si iscrive a quella di Firenze e poi a Roma, dove completa gli studi in arti plastiche. Nella capitale, tra il 1936 e il ’40, entra in contatto con diversi artisti, tra i quali Fazzini, Mazzacurati, Guttuso e Martini, che lo incoraggiano al lavoro di scultore. Nel 1947 ottiene la laurea in architettura e per alcuni anni è assistente di Marino Mazzacurati al Liceo Artistico di Roma. Come architetto svolge un’intensa attività di progettista, realizzando edifici pubblici in ambito ravennate e faentino, come la Fabbrica Everest di Fusignano, la scuola elementare di Russi, il Liceo scientifico e il Padiglione dell’Ospedale di Lugo e Villa Mazzari a Lugo. La mostra è visitabile nei giorni e negli orari di apertura del complesso del Carmine.
È aperta fino a domenica 12 gennaio alle Pescherie della Rocca la mostra dedicata alla prestigiosa collezione d’arte del ‘900 di Giovanni Corelli Grappadelli. Le opere, composte da tele e sculture, danno la possibilità ai cittadini di ammirare uno spaccato di grande arte contemporanea, da Felice Casorati all’informale, fino alla Transavanguardia e oltre. La mostra, a cura di Beatrice Buscaroli, è vistabile il giovedì e il venerdì dalle 16 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.
Arte anche a Voltana con la mostra “Guarda che luna” a Villa Ortolani (piazza dell’Unità). L’esposizione riunisce le immagini sulla luna realizzate da Mirco Villa, Fabrizio Melandri, Alfredo Lolli e Maria Lanotte. La mostra resta aperta fino all’11 gennaio ed è visitabile dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13 e il giovedì anche al pomeriggio dalle 15.30 alle 18.
C’è tempo fino al 31 gennaio per visitare la mostra di componenti di arredo e oggettistica di design di Anna Baraldi presso la Banca Mediolanum di piazza Baracca 1. L’originalità dell’intarsio creato dalle tessere metalliche sposate alle finiture patinate riveste il più classico dei materiali: il legno. L’esposizione è visitabile negli orari di apertura degli uffici.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.