3 febbraio 2020 - Lugo, Cultura

Lugo: Al teatro del Sacro Cuore l'incontro con Roberto Matatia

Mercoledì 5 febbraio lo scrittore incontra i cittadini e gli studenti delle scuole

Lo scrittore Roberto Matatia dialoga con gli alunni della scuola media “Sacro Cuore” di Lugo durante un evento aperto al pubblico in programma per mercoledì 5 febbraio alle 11. L’autore del libro I vicini scomodi, in occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria, parlerà con i ragazzi nel Teatro Sacro Cuore (via Emaldi 82).
Roberto Matatia, imprenditore, laureato in giurisprudenza, è nato a Faenza nel 1956. Cresciuto nel ricordo dei martiri della sua famiglia, ha raccolto nel tempo documenti, testimonianze e ricordi che hanno fatto da supporto al libro I vicini scomodi, in cui racconta la storia di Nissim, ebreo greco trasferitosi in Italia.
Fino al 2 febbraio è inoltre possibile visitare nelle ex Pescherie della Rocca la mostra “Auschwitz. Non molto tempo fa, non troppo lontano”, allestita dai ragazzi del Liceo e del Sacro Cuore di Lugo in seguito al viaggio della memoria svolto nel 2019. L’esposizione raccoglie foto, documenti e installazioni ed è aperta nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì
dalle 9 alle 13, il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.
Rimarrà aperta fino al 22 febbraio la mostra “Storie per non dimenticare. Mostra di diari, memorie, romanzi, saggi”, allestita nella biblioteca “Fabrizio Trisi”. Tante e diverse le storie raccontate nei volumi esposti nella mostra, che testimoniano deportazioni, violenze, umiliazioni, offese e uccisioni. Da queste letture emergono anche esperienze di solidarietà, resistenza e coraggio che in molte situazioni hanno permesso a numerose persone di mettersi in salvo e
aiutarne altre. Per tutta la durata dell’esposizione sarà proiettata l’intervista a Getulio Bongiovanni, lughese che fa uno dei tanti internati militari italiani, circa 650-700mila soldati, che in seguito all'armistizio dell’8 settembre 1943 furono deportati in diversi campi di rieducazione e lavoro tedeschi. Si potrà visitare l’esposizione negli orari di apertura della biblioteca “Trisi”. Per ulteriori informazioni, scrivere a trisi@comune.lugo.ra.it , oppure chiamare il numero 0545 38568.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.