Unione: nuove tariffe per le rette delle strutture per anziani

L’aumento da aprile 2014

Lieve incremento alle rette delle strutture accreditate per anziani nei Comuni dell'Unione: è quanto è emerso dal verbale d’intesa firmato questa mattina in municipio a Bagnacavallo tra le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil, il sindaco referente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Laura Rossi e il direttore del Distretto sanitario di Lugo Marisa Bianchin.

Le rette giornaliere a carico degli utenti delle Case protette, definite per l’anno 2014 e applicate da aprile, comportano una previsione di incremento rispetto all’anno precedente pari a 50 centesimi. Nonostante l’aumento, al di sotto dell'incremento ISTAT, le rette delle strutture bassoromagnole si attestano sui 47 euro giornalieri e restano al di sotto della soglia prevista dall'accreditamento (49,50 euro) e dunque tra le più basse in regione.

Restano però invariate quelle delle Rsa San Domenico di Lugo, F.lli Bedeschi di Bagnacavallo e Casa protetta Reale di Alfonsine, unitamente a quelle dei Centri Diurni di Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano e Lugo.

 

Le nuove rette avranno valore per una sola annualità, e scadranno quindi a marzo 2015.

 

Tag: anziani

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.