11 marzo 2015 - Bagnacavallo, Cronaca

Serata speciale per il Sacrario dei Caduti con la commedia brillante “La zia d’Honfleur”

Al Teatro Goldoni di Bagnacavallo, sabato 14 marzo

Sabato 14 marzo alle 21, al Teatro comunale “Goldoni” di Bagnacavallo, la compagnia teatrale “Luigi Rasi” presenterà lo spettacolo teatrale “La Zia d’Honfleur” di Paul Gavault, per la regia di Alessandra Casanova. A 100 anni dalla prima rappresentazione, questo delizioso vaudeville in tre atti è una pièce spumeggiante ed accattivante che ha, negli anni, divertito e conquistato il pubblico teatrale di tutta Europa, riportando costanti successi. Seguendo le vicissitudini di Charles e del suo amico Adolphe, questa commedia brillante porterà il pubblico nella Francia d’inizio ‘900.

 

La serata è promossa dalla Delegazione FAI di Ravenna, con il patrocinio e il contributo del Comune di Bagnacavallo e in collaborazione con Pro Loco Bagnacavallo e Endas provinciale di Ravenna. La raccolta fondi è eccezionalmente finalizzata alla riapertura al pubblico del Sacrario dei Caduti, che nel 2011 fu una meta visitatissima delle Giornate FAI di Primavera. Sorto come Chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi, edificato nella prima metà del XVIII secolo, l’edificio è oggi dedicato ai caduti bagnacavallesi di tutte le guerre; racchiude alcune pregevoli opere pittoriche ma è soprattutto un luogo simbolico di appartenenza civile. Il Sacrario ha subito notevoli danni in occasione del terremoto del maggio 2012 e da allora è stato chiuso per motivi di sicurezza.

 

Apertura biglietteria ore 19. Prevendite presso: Pro Loco di Bagnacavallo, tel. 0545 62040, da mercoledì 11 marzo dalle 17 alle 19; Gioielleria Paolo Ponzi, via Mazzini 24, tel. 0545 62860, da venerdì 6 marzo.

Per informazioni 338 2425035 - 347 2407557 email: delegazionefai.ravenna@fondoambiente.it.

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.