26 gennaio 2016 - Bagnacavallo, Cronaca

Convento di San Francesco, un avviso per raccogliere le manifestazioni d'interesse

Per la concessione in gestione di tre porzioni di immobile

A Bagnacavallo il Comune ha pubblicato un avviso per acquisire manifestazioni di interesse per la concessione in gestione di tre porzioni di immobile del complesso dell'ex convento di San Francesco, ubicato tra le vie Cadorna e De Amicis.

L'avviso, che dà seguito alla deliberazione del Consiglio comunale che il 30 novembre scorso ne aveva approvato le linee di indirizzo, ha scopo esclusivamente esplorativo e l'eventuale affidamento della concessione è subordinato all'esperimento di una successiva procedura di selezione.
L'immobile oggetto di concessione è composto dalle seguenti porzioni: parte di immobile con ingresso in via Cadorna 10 (cosiddetto Ostello della Gioventù), dotato di arredi, impianti e attrezzature per un'attività ricettiva extralberghiera a basso costo; parte di immobile con ingresso in via Cadorna 12/A (cosiddetto ex ristorante); porzione del chiostro.

I progetti di utilizzo potranno prevedere servizi e attività differenziati in armonia con le caratteristiche dell'immobile e del centro storico e orientati alla promozione del complesso di San Francesco.
Possono presentare manifestazioni di interesse tutti i soggetti (imprese, società cooperative, consorzi, fondazioni, enti, associazioni, persone fisiche) che risultino in possesso dei requisiti di partecipazione generali previsti dalle vigenti norme di legge in materia per la partecipazione alle procedure di affidamento di concessioni. Le manifestazioni di interesse devono prevedere una proposta di intervento orientata al conseguimento delle finalità previste dall'avviso e comprendente, in particolare, un progetto di utilizzo e gestione del complesso immobiliare e una stima di massima dei costi e delle entrate.
La successiva valutazione da parte della Giunta comunale si baserà sui seguenti criteri: funzionalità complessiva della proposta; offerta di opportunità di sviluppo e promozione del territorio; attendibilità della stima generale dei costi e delle entrate. A seguito dell'esame delle manifestazioni di interesse, la Giunta emanerà un atto di indirizzo per l'eventuale seguito, sospensione, modifica o annullamento del procedimento. La durata dell'eventuale concessione si ipotizza di sei anni, rinnovabile per ulteriori sei anni per due volte consecutive.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.