1 aprile 2019 - Bagnacavallo, Riolo Terme, Eventi

Finale della gara gastronomica: “La Cucina del BenEssere”

L'innovativo menù che prepareranno i gareggianti

La Cucina del BenEssere

Mancano pochi giorni alla finale della gara gastronomica “La Cucina del BenEssere” in programma a Riolo Terme (RA) il 3 aprile prossimo. La sfida, che ha coinvolto decine di istituti alberghieri italiani, nasce da un’idea dell’azienda Natura Nuova di Bagnacavallo che, oltre alla produzione di polpe e frullati di frutta fresca, è specializzata, con il brand Alibio, in proteine vegetali come il tofu, il tempeh e il seitan.

Ricette a base di tempeh e tofu

Le classi terze e quarte degli istituti che si sono candidati nelle scorse settimane hanno presentato due ricette, a libera scelta tra antipasto, primo, secondo e dolce, a base di tempeh e tofu. In modo particolare il tema proposto è stato quello legato al corretto utilizzo delle proteine vegetali in una dieta a basso contenuto di Fodmap (è l’acronimo inglese di Fermentable Oligo-Di-Monosaccharides and Polyols e si tratta in buona sostanza di carboidrati a corta catena, contenuti in alcuni cibi, che vengono scarsamente assorbiti dalle pareti intestinali e sono fermentati dai batteri dell'intestino).

La finale del 3 aprile: il menù

Grazie ai giudizi di un’apposita commissione, che ha valutato i piatti sulla base dell’aderenza al tema, del corretto equilibrio nutrizionale, della preparazione, della presentazione e dell’originalità, quattro istituti alberghieri accederanno alla finale che si terrà, come detto il 3 aprile, nell’Istituto alberghiero Pellegrino Artusi di Riolo Terme. Gli studenti dovranno quindi rimettersi ai fornelli per realizzare un menù per 120 commensali. Il menù sarà composto da una Millefoglie di tempeh (Istituto alberghiero Nebbia di Loreto), da degli Gnocchi di semolino e verdure al ragù di tempeh e cavolo nero toscano (Istituto alberghiero Marconi di Viareggio), da una Mille sfaccettature di tempeh, curcuma e profumi dell’orto (a cura dell’Istituto alberghiero De Carolis di Spoleto) e, dulcis in fundo, da una Mousse al tofu e cioccolato con croccante al tempeh, inserto all'arancia e gelèe allo yogurt su salsa al tè verde matcha (proposta dall’Istituto alberghiero Bojano di Campobasso).

Alla squadra vincitrice Natura Nuova assegnerà un premio di 500 Euro da destinare all’acquisto di nuove attrezzature per la cucina dell’istituto.

A proposito di Natura Nuova

Dal 1994 Natura Nuova produce polpe e frullati di frutta naturali, senza l’aggiunta di zuccheri o di conservanti. In vaschetta o nel pratico formato in sacchetto (doypack) le polpe di frutta sono composte da 100% frutta fresca, proveniente da coltivazioni biologiche o tradizionali.

Ma non solo: dal 2004 Natura Nuova è anche tra i pochi produttori italiani di ingredienti a base vegetale come il tofu, il tempeh e il seitan ottenuti da materie prime biologiche di alta qualità e lavorate con un processo produttivo all'avanguardia che scarta l'okara, la parte fibrosa della soia, non facilmente digeribile.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019