23 agosto 2019 - Bagnacavallo, Spettacoli

Bagnacavallo: Il concerto della giovane pianista ucraina Mariia Iudenko

Stasera, venerdì 23 agosto alle ore 21, presso l'Antico convento di San Francesco nell'ambito di "Primo premio!"

Nella suggestiva cornice del Chiostro dell’Antico Convento di San Francesco a Bagnacavallo, venerdì 23 agosto (ore 21.00), si esibirà la giovane ma già affermata pianista ucraina Mariia Iudenko con un concerto variegato di musiche di Scarlatti, Haydn, Szymanovsky, Liszt e Sergej Rachmaninov. Il concerto fa parte di Primo Premio! la consueta sezione di Emilia Romagna Festival, dedicata ai giovani vincitori dei più importanti concorsi internazionali di musica classica e contemporanea. L’esibizione sarà preceduta (ore 19.30) da una passeggiata filosofica a cura di Gianmaria Beccari dal titolo “Résonner” a cui seguirà un fresco aperitivo con prodotti del territorio.

Nonostante la giovane età (classe 1992), la Iudenko è un vero talento internazionale. Vincitrice nel 2018 del prestigioso Concorso internazionale “Andrea Baldi” di Bologna, Mariia Iudenko ha iniziato a suonare il piano e a comporre all’età di 5 anni, mentre a soli 8 anni ha debuttato in Russia come solista accompagnata da orchestra.

Si è già esibita molte volte durante festival e concerti in Ucraina, Russia, Italia, Spagna e Germania sia come solista sia con orchestre e diversi ensemble di musica da camera. Ha terminato gli studi al Conservatorio di Stato Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo (Russia) con lode e dal 2015 studia sotto la guida del prof. Gilead Mishory al conservatorio di Friburgo in Germania.

Il concerto si apre con la sonata di Domenico Scarlatti, in re minore, K. 213, che concepita per il clavicembalo è essenziale nel suo incipit e venata dall’eco di melodie popolari spagnole sul finire. A seguire quasi all’opposto delle sonorità scarlattiane, la Sonata per pianoforte op. 70 di Haydn stampata a Lipsia nel 1789, che avvicina il pubblico alla seconda parte, più spiccatamente virtuosistica, del concerto con i magnifici Preludi del musicista polacco Karol Szymanovsky risalenti al 1899-1900. Composti dal giovane Szymanovsky avendo in mente il riferimento chopiniano, mostrano chiaramente tracce della conoscenza delle opere del compositore russo Alexander Scriabin.

Un altro aspetto del virtuosismo pianistico con Franz Liszt e la sua iper-romantica “Tormenta di neve”: una livida e implacabile immagine dell’inverno di travolgente bellezza dalle sonorità quasi orchestrali. Si chiude con il russo Sergej Rachmaninov e i suoi studi per pianoforte, Études-Tableaux, op. 39, definiti dallo stesso compositore “immagini di studio”, evocazioni musicali nate da stimoli visivi. Dall’eccezionale difficoltà virtuosistica richiedono alla pianista posizioni della mano non comuni, salti ampi sulla tastiera e una notevole forza fisica.

Precede il concerto (ore 19.30) “Résonner” la passeggiata filosofica a cura di Gianmaria Beccari, un breve e semplice itinerario della durata di 45’ circa nella location dell’appuntamento. Un’occasione per accordare se stessi con il presente e per prepararsi a un ascolto più intenso e coinvolgente. A seguire (ore 20.15) un aperitivo con prodotti del territorio (costo aperitivo € 10). Per partecipare alla passeggiata e all’aperitivo prenotazione obbligatoria a ERF 0542 25747.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019