12 gennaio 2011 - Conselice, Cronaca

Asilo di Conselice, nuovi sviluppi

Le novità dell'inchiesta sui maltrattamenti al nido

Nell’inchiesta sui maltrattamenti all’asilo nido Mazzanti di Conselice è entrata - come riportano i quotidiani locali di questa mattina - una terza maestra, iscritta nel registro degli indagati, ma verso la quale la magistratura procede a piede libero. Contro la donna peserebbero le testimonianze delle operatrici da cui ha preso il via l’inchiesta - partita il 25 settembre, prima dell’esposto presentato dal sindaco Filipucci -, ma non ci sono riscontri nei filmati registrati dai carabinieri, perché nella settimana in cui le telecamere nascoste hanno ripreso le condotte delle altre due maestre (una, la 48enne, era la coordinatrice), lei era assente per malattia.
Gli episodi più gravi, come riferiscono i quotidiani, emergono proprio dalle parole delle educatrici, che hanno riferito di fatti avvenuti anche nel 2007 e che sono ancora più tragici se si pensa che hanno visto coinvolti bambini in tenerissima età, tra i 6 mesi e i 3 anni. Bimbi chiamati con epiteti offensivi perché disabili o figli di immigrati, costretti con la forza a ingoiare il cibo rigurgitato, chiusi per punizione in uno stanzino buio. Ci sarebbero, poi, i casi di una bimba denudata in bagno perché se l’era fatta addosso e di un’altra a cui sarebbe stata messa la testa nel water per punizione. Un piccolo in culla, invece, sarebbe stato coperto con dei cuscini perché il suo pianto non svegliasse gli altri.
Un vero campionario degli orrori, che le accusate - difese dagli avvocati Andrea Visani di Lugo, Filippo Poggi di Forlì e Maria Grazia Guardigli - negano. Ci sono, poi, le scene riprese dai carabinieri: bambini strattonati per i capelli, sollevati di peso per un braccio, colpiti in testa con una scarpa.
Nel frattempo, i genitori dei bimbi che frequentano il Mazzanti si sono costituiti in comitato per conoscere i dettagli delle indagini.
Le due maestre agli arresti domiciliari compariranno domani davanti al gip Anna Mori. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.