1 ottobre 2009 - Cotignola, Lugo, Cultura

"Cà brusèda vecia spintacèda"

Apre oggi a Cotignola la mostra dedicata ai casolari tipici della Bassa Romagna

In occasione della 47° sagra del vino romagnolo che si svolgerà a Cotignola da oggi a domenica, la Cna, in collaborazione con l’Associazione Spazio Arte di Alfonsine, allestirà una mostra di pittura presso la sede della Cna in via Garibaldi.

Il tema della mostra, che avrà come titolo “Cà brusèda vecia spintacèda”, avrà come soggetti rappresentati i casolari abbandonati sparsi sul territorio della Bassa Romagna. La mostra sarà aperta al pubblico per tutte le serate della sagra dalle ore 20.30.

Le case rurali della Bassa Romagna mostrano ancora caratteri architettonici di straordinaria omogeneità e continuità nel tempo. Esse fanno parte di quella tipologia che possiamo chiamare “lughese – ravennate” , che, per quanto attiene la struttura fondamentale, copre un areale molto ampio, giungendo fino alle campagne ferraresi e veneziane.

"Sono case monofamiliari - spiega Maria Sangiorgi Marangoni - adatte comunque ad ospitare famiglie patriarcali numerosissime, a struttura allungata, su due piani, in cui l’abitazione è giustapposta al rustico fondamentale (stalla e fienile) e non è sovrapposta come nel tipo italico. Infatti la cucina ( la cambra dè fug ) è a piano terra, quasi sempre separata dalla stalla da un atrio. E’ interessante la dislocazione degli elementi di arredo interno ( camino, acquaio ) perché condiziona l’architettura esterna. Infatti il camino è in facciata, incorniciato da due finestre, appartenenti ambedue alla cucina".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.