20 ottobre 2015 - Cotignola

Chirurgia mininvasiva, il Maria Cecilia primo in regione ad acquisire la tecnologia 3D

Il primo paziente è stato sottoposto a Lobectomia polmonare

Il Maria Cecilia Hospital è il primo centro in Emilia Romagna ad aver definitivamente acquisito la nuova tecnologia 3D a completamento delle dotazioni strumentali adottate nella chirurgia mininvasiva cardio-toracica (indicata su polmone, esofago e cuore).

"Il sistema 3D, tecnologia – Olympus - di ultima generazione impiegata negli interventi toracoscopici e laparoscopici effettuati attraverso piccoli accessi nel torace e nell’addome, consente di preservare le tre dimensioni del campo operatorio e dei singoli movimenti chirurgici esaltandone l’accuratezza e l’efficacia terapeutica anche nei casi clinici piuttosto complessi" spiega in una nota il centro.

"E’ quanto di più avanzato si può disporre in campo medico sia in termini di efficienza che beneficio per il paziente. La visualizzazione - su monitor - delle aree da sottoporre a trattamento e sutura, guida passo a passo lo specialista: non occorre più praticare estese incisioni del torace o dell’addome che, al contrario, potrebbero aumentare il rischio intraoperatorio e le complicanze. La tecnologia 3D permette quindi un approccio chirurgico ai migliori risultati possibili, riducendo sensibilmente la traumaticità dello stesso e mettendo il chirurgo nelle condizioni di operare sempre e comunque con la massima precisione, in piena sicurezza. La combinazione delle procedure mininvasive e dell’utilizzo della tecnologia 3D, oltre ad eliminare alcuni effetti biologici negativi della chirurgia tradizionale “a cielo aperto” (ne abbrevia altresì i tempi), ne limita i disagi, primo fra tutti il dolore, accelerando il recupero psicofisico e minimizzando, a livello estetico, i segni delle cicatrici. Dopo la validazione ufficiale delle strumentazioni e del team tecnico, il primo intervento con la metodica high-tech 3D - la cui introduzione in campo medico è destinata ad equiparare, in alcuni aspetti fondamentali, la robotica  - è stato eseguito dal Professor Sandro Mattioli, direttore della Chirurgia Toracica universitaria: il paziente sottoposto a Lobectomia polmonare destra (asportazione di parte del polmone destro) a causa di un tumore, ora sta seguendo il normale decorso post-operatorio".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.