16 febbraio 2016 - Cotignola, Agenda, Cronaca

Che ridere la superstizione: al Teatro Binario arriva “13 a Tavola”

A Cotignola, domenica 21 febbraio. In scena la compagnia Luigi Rasi di Ravenna

Si ride della superstizione con “13 a tavola”, lo spettacolo proposto dalla Compagnia Luigi Rasi di Ravenna, per la regia di Alessandra Casanova, che andrà in scena al Teatro Binario di Cotignola, domenica 21 febbraio alle 17.30.

Scritta nel 1953 da Marc Gilbert Sauvajon ma ambientata nella Parigi degli anni ’20, la commedia è un classico del teatro francese contemporaneo. Rappresentata per la prima volta in Italia nel 1953, al teatro Verdi di Trieste, dalla compagnia "Calindri-Zoppelli-Valeri", la pièce è rimasta sui palcoscenici italiani mantenendo il successo iniziale.

La trama di “Tredici a tavola” prende le mosse dall’ossessiva superstizione della padrona di casa, la signora Villardier, che, nel preparare il cenone di Natale, si trova ben presto alle prese col “problema” di avere tredici invitati. Inizia così una girandola tragicomica di espedienti goffamente architettati per invitare un ospite in più piuttosto che riuscire ad eliminarne uno. Ma una serie di imprevisti e soprattutto il sopraggiungere di un misterioso personaggio, una donna dall’accento spagnolo, renderanno vane le disperate acrobazie diplomatiche che la donna escogita per cambiare il destino della serata.

 

Ingresso unico 8 euro.

Per informazioni e prenotazioni: 373 5324106 oppure www.cambiobinario.it oppure sulla pagina Facebook di Cambio Binario.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.