19 gennaio 2018 - Cotignola, Cultura, Spettacoli

Cotignola, si apre la nuova stagione del teatro Binario

Sette gli appuntamenti in programma

Sei spettacoli di prosa e uno show acrobatico-musicale sono le proposte artistiche firmate Cambio Binario per la nuova Stagione che prenderà il via sabato 20 gennaio sul palco del Teatro Binario di Cotignola. La proposta teatrale 2018 che l’Associazione Cambio Binario, patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Cotignola, programma, con la Direzione Artistica di Nicoletta Ancherani, proseguirà fino al 13 aprile con 7 appuntamenti – il primo in doppia replica - per un panorama che attraversa la drammaturgia contemporanea, la comicità moderna e il musical.

 

“Sipario 13”, rassegna alla sua sesta edizione, aprirà sabato 20 gennaio alle 21.00, e replica domenica 21 gennaio alle 17.30, con Claudio Batta, un protagonista della comicità contemporanea, già consacrato al pubblico nazionale dal piccolo schermo, nei panni di Capocenere, l’Enigmista di Zelig Circus. Ma Capocenere non è che uno dei personaggi di Claudio, così come il cabaret non è che uno dei settori in cui ha espresso il suo talento. Claudio nasce dal teatro, percorrendo, in particolare, il territorio del Teatro Comico Civile che per definizione si caratterizza come un tipo di teatro ‘che affronta, ridendo, argomenti sociali, temi di attualità, denuncia e critica [...] spettacoli propositivi che veicolano contenuti, danno informazioni, aprono nuovi scenari, favoriscono la riflessione e, allo stesso tempo fanno ridere e divertire’.

Nel suo “Agrodolce” affronta l’argomento alimentazione, ironizzando sulle abitudini degli italiani a tavola, attraversando i territori più o meno conosciuti delle frodi e delle sofisticazioni alimentari, il tutto condito con una dose di ‘sane’ risate.

Uno spettacolo dal tono ‘agrodolce’ perché - come ha spiegato Claudio Batta, parlando del titolo - fa ridere ma anche riflettere. La mia comicità – prosegue l’artista – non è satira politica, non l’ho mai fatta, né la satira forse ‘inflazionata’ che vediamo in TV, spesso vuota di contenuti. Insieme all’autore Riccardo Piferi, che ha collaborato e scritto per personaggi come Enzo Jannacci, Lella Costa, Paolo Rossi, abbiamo pensato di scrivere uno spettacolo che avesse un’identità, con un argomento definito, per non cadere nei luoghi comuni. A me piace mangiare, cucinare, sono un amante della buona cucina e volevo partire da un argomento conosciuto per scrivere con consapevolezza. Inoltre sul tema dell’alimentazione non era mai stato scritto uno spettacolo, soprattutto comico. È un monologo che gira in tournée da anni, con successo di pubblico, probabilmente perché l’argomento appartiene a tutti (tutti mangiano, fanno la spesa, guardano i programmi TV dedicati, ecc). Ci siamo messi in gioco per parlare, in chiave comica, di tanti temi del vivere comune”.

 

La rassegna proseguirà domenica 28 gennaio alle 17.30, con una giovane proposta che al Binario porta in scena un monologo dedicato alla precarietà dal titolo “Ccà nisciuno è fisso” per analizzare, con umorismo partenopeo, la sua realtà quotidiana alle prese con vicende di ‘ordinaria instabilità’. Firma la regia l’attrice e comica Alessandra Faiella.

 

La biglietteria del teatro Binario sarà aperta un’ora prima di ogni spettacolo. Per informazioni e prenotazioni ai singoli spettacoli: 373 5324106 oppure www.cambiobinario.it oppure sulla pagina Facebook di Cambio Binario. Biglietti a partire da 12 euro.

Il Teatro Binario si trova in Viale Vassura 18/a Cotignola (RA).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.