12 ottobre 2019 - Cotignola, Arte

Cotignola: Azzimo 41, un laboratorio con lo scultore Matteo Lucca

Domenica 13 e lunedì 14 ottobre alla Scuola Arti e Mestieri di via Cairoli 6

Prenderà forma nelle prossime settimane un’installazione collettiva dedicata alla rete della solidarietà cotignolese che, tra il 1943 e il 1945, permise di ospitare, proteggere e mettere in salvo 41 ebrei in fuga dalle persecuzioni razziali. L’opera, dal titolo “Azzimo 41”, sarà realizzata dallo scultore Matteo Lucca grazie a un laboratorio aperto a tutti per rendere omaggio ai Giusti di Cotignola.
Il laboratorio consiste nel realizzare collettivamente i calchi in gesso del palmo delle proprie mani che successivamente saranno tradotte in pane azzimo per poi essere esposte in dialogo con i mascheroni in cartapesta conservati al museo “Luigi Varoli”.
Il laboratorio si svolgerà presso la Scuola Arti e Mestieri di Cotignola (via Cairoli 6) in due giornate: domenica 13 ottobre il laboratorio è dedicato alla realizzazione di calchi in gesso del palmo della mano, mentre lunedì 14 ottobre si faranno l’impasto del pane azzimo e la cottura delle mani di pane.
Sulla porta dell’artista Luigi Varoli, che insieme a Vittorio Zanzi e alle rispettive consorti è stato insignito della medaglia di “Giusto tra le nazioni”, campeggiava la scritta “L’ospite anche quando non è atteso, è sempre padrone della mia casa”. La frase ha fornito l’innesco per questo progetto che prevede la partecipazione fisica e attiva di 41 persone: donne, uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini.
L’appuntamento del 13 ottobre prevede due turni di un’ora e mezza ciascuno, previsti dalle 15 alle 16.30 e dalle 17 alle 18.30, mentre il 14 ottobre si svolge dalle 9 alle 12.
Le iniziative sono un’anticipazione della prossima mostra del progetto Selvatico, che inaugurerà a Cotignola domenica 27 ottobre.
La partecipazione è gratuita. Per iscrizioni scrivere una mail a postaselvatica@gmail.com o telefonare ai numeri 0545 908812; 0545 908879 o 0545 32043643.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019