14 maggio 2019 - Fusignano, Spettacoli

Fusignano: "Follie e furie del Barocco" chiude i concerti di "Suono antico"

Giovedì 16 maggio alle 21 l’ultimo appuntamento al Museo San Rocco

Ultimo appuntamento con la 24esima edizione di “Suono antico” a Fusignano al Museo Civico San Rocco (via Monti 5). Giovedì 16 maggio ore 21 conclude la rassegna “Follie e furie del Barocco” con Joanna Dobrowolska al violino e Valeria Montanari al clavicembalo su musiche di Corelli, Tartini, Scarlatti e Boniporti.

Il programma si svolge attorno a intensi stati d’animo. La sonata in re maggiore apre l’opera V di Arcangelo Corelli, che venne data alle stampe il primo gennaio del 1700. La decima sonata dell’opera prima di Giuseppe Tartini, più conosciuta come “Didone Abbandonata”, si avvicina al monologo di un’opera. Sebbene Tartini non nascondesse la sua predilezione per la musica strumentale in questa sonata riesce a rappresentare tre stati d’animo di Didone dopo aver scoperto la fuga di Enea. La “Folia” di Alessandro Scarlatti rappresenta una delle versioni memorabili di questo tema ed è estratta dalla Toccata del Primo Tono per Organo o Clavicembalo e presenta 29 variazioni.

L’evento è in collaborazione con Asd D di Danza, le coreografie sono di Virginie Lescouet. Il biglietto costa 8 euro. Prima di ogni concerto sarà possibile degustare vini offerti dalla Cantina Randi di San Savino.

Per ulteriori informazioni, contattare l’Urp di Fusignano al numero 0545 955653. La rassegna musicale è organizzata da Comune di Fusignano e Ensemble Mariani, in collaborazione con la Pro Loco di Fusignano e Auser, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Bcc, Fondazione Cassa di Risparmio, Hera e Conad.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.