10 maggio 2019 - Massa Lombarda, Arte

Massa Lombarda: Al Carmine un documentario dedicato agli estrosi artisti babelici

Saranno presenti in sala anche il regista Alessandro Quadretti e gli artisti protagonisti

Sabato 11 maggio alle 21 nella sala del Carmine di Massa Lombarda, in vira Rustici 2, ci sarà la proiezione del documentario “I Babelici”, cui seguirà un incontro in sala con il regista Alessandro Quadretti e gli artisti babelici.

I Babelici sono artisti irregolari che hanno realizzato - fuori o ai confini dell’ufficialità e del mercato dell’arte - un proprio universo immaginario. Questa ricerca audio-visiva su uomini e luoghi “al margine”, prevalentemente nel territorio emiliano-romagnolo, delinea una geografia anarchica animata da misconosciuti autodidatti che hanno consacrato decenni della loro vita a un’opera totale. Storie inconsuete di “immaginazione e creatività abusive” affidate a uomini che con le loro mani trasformano ferro, legno, cemento, rifiuti, scarti e oggetti comuni in creazioni sospese tra l’art brut e un visionario artigianato naive.

Tra i quattro artisti di cui si racconta la storia e la vita nel documentario del regista forlivese Alessandro Quadretti, anche Renato Mancini di Fruges, estroso artista che dà nuova vita ai rottami metallici trasformandoli in sculture di animali, oggetti e figure immaginarie.
L’iniziativa è a ingresso libero ed è a cura di dell’associazione Insieme per Massa 2000, in collaborazione con il Comune di Massa Lombarda.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.