13 agosto 2019 - Massa Lombarda, Cronaca

In giro coi documenti falsi e senza assicurazione

Il lavoro della polizia locale

Sequestrati durante un controllo di Polizia Stradale, documenti di circolazione falsi. Un cittadino venticinquenne ha mostrato agli agenti un libretto che riportava dati alterati e, da un ulteriore accertamento, è emerso inoltre che la targa apposta sull'autovettura era assegnata a un altro veicolo. Il giovane è stato denunciato per falsità in atti e il mezzo posto in stato di fermo.

A Massa Lombarda, negli ultimi dieci giorni, in seguito ai controlli effettuati mediante il targaSystem, sono stati sottoposti a sequestro tre veicoli perché trovati a circolare senza assicurazione.

 “Ancora una volta la nostra Polizia Locale ha dimostrato professionalità e competenza nel presidiare il territorio - ha dichiarato Daniele Bassi, sindaco delegato alla Polizia Locale e alla Sicurezza per l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna - con il prezioso ausilio di strumenti efficaci come il targaSystem e i varchi, che sviluppano enormi potenzialità nella prevenzione e contrasto di chi vuol delinquere e di chi mette in pericolo l'altrui sicurezza. Siamo costantemente impegnati per rafforzare ancora di più l'utile collaborazione con le forze dell'ordine e con i cittadini, per sviluppare e concretizzare azioni finalizzate a rendere sempre più sicuro il territorio della Bassa Romagna”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.