15 gennaio 2010 - Russi, Agenda, Spettacoli

Bambini a teatro

Debutta con "Pigiami" la stagione dedicata ai più piccoli del Comunale di Russi

Domenica 17 gennaio a Russi parte la stagione di “Bambini a teatro”. Alle 15.30 al Teatro Comunale (via Cavour) va in scena il primo dei tre appuntamenti previsti, con lo spettacolo “Pigiami”, una produzione del Teatro dell’Angolo-Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus.

Pigiami

di Nino D’Introna, Graziano Melano, Giacomo Ravicchio
con Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci
scene e costumi François Chanal
regia di Nino D’Introna e Giacomo Ravicchio

Dopo 25 anni e più di 1.000 repliche in giro per il mondo, “Pigiami” continua la sua avventura con nuovi compagni di viaggio, ma con la medesima carica di energia scenica e innovazione teatrale. Nato come spettacolo per il pubblico dei più piccoli, “Pigiami” è stato rappresentato per pubblici di tutte le età in Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Stati Uniti e Canada. Grazie alle sue caratteristiche di linguaggio universale è lo spettacolo che ha definitivamente aperto il contatto del Teatro dell’Angolo con il mondo teatrale europeo ed extraeuropeo ed ha iniziato quel filone creativo che ha fatto nascere spettacoli come “Robinson & Crusoe” e “Terra Promessa”. Dopo 21 anni “Pigiami” ha dimostrato di possedere un linguaggio sempre attuale, di una rara freschezza e longevità, che ne fa un vero e proprio classico del teatro per i giovani. La vita di “Pigiami” continua, grazie all’interpretazione di due giovani attori, grazie alla loro energia fresca e vivace, in una sorta di staffetta artistica che vuole far conoscere alle nuove generazioni, ad amici antichi e futuri, la gioia, l’allegria, la tenerezza, la voglia di vivere e di giocare che “Pigiami” invita a non perdere mai. Un gioco teatrale, uno spettacolo. La stanza da letto di un adulto che, nella solitudine della sera, scopre il piacere di ridiventare bambino; un posto dove può trovarsi solo a giocare con se stesso.Un letto, una sedia, un pigiama, i suoi vestiti, le sue scarpe, un attaccapanni. Poche cose per inventare e fingere situazioni. Quando cala la sera ed è ora di dormire il bambino comincia a giocare con le scarpe, i pantaloni, le calze. Viaggia con la fantasia. Fa finta. Gli oggetti diventano un vecchio, una sorella, un fratello, una montagna, due bambini, due animali... Allora può capitare che arrivi uno sconosciuto, forse un amico. I due dapprima con cautela, poi sempre più affiatati, entrano l’uno nel gioco dell’altro. Curiosità reciproche, crudeltà, tenerezza si alternano in una girandola che ha il colore dominante di una nuova amicizia.Lo spettacolo è il risultato di una ricerca che prende le mosse dalle azioni dei giochi quotidiani dei bambini. La componente gestuale prevale nettamente su quella verbale. Gli oggetti di scena, volutamente pochi, sono quelli che abitualmente tutti conoscono e usano.

Biglietti
Platea e palco: 9 euro intero, 4,5 ridotto (fino a 15 anni e invalidi)
Galleria: 6 euro posto unico, 4,5 (fino a 15 anni e invalidi)
Orari di apertura biglietteria (tel. 0544 587690): giornata feriale precedente lo spettacolo dalle 18.30 alle 20. Giornata di spettacolo dalle 19.30 alle 20.45.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti recenti