10 agosto 2013 - Sant'Agata, Cronaca

Da Paolo Ferrero a Lidia Menapace, al via la festa di Rifondazione

A SantʼAgata sul Santerno

Si apre oggi, 10 agosto, in piazza XXV Aprile al Parco dei Frassini, a SantʼAgata sul Santerno, la Festa Provinciale di Rifondazione Comunista.

“Saranno - ha affermato Giancarlo Lugli del Coordinamento provinciale del Partito - sei giorni di Festa, ma non ci saranno solo i cappelletti a farla da padroni. Il nutrito programma di dibattiti e di incontri auspichiamo, infatti, che favorisca la discussione e la riflessione di militanti, simpatizzanti e cittadini elettori attorno alle questioni del lavoro; sul dramma dei femminicidi; della pace e delle relazioni internazionali; della difesa della democrazia e della Costituzione così come della tutela e valorizzazione dei beni comuni come acqua, cultura,
conoscenza, scuola sanità”.
Sul palco dellʼarea dibattiti si alterneranno dirigenti nazionali e locali: da Paolo Ferrero, segretario nazionale del PRC, che domenica 11 agosto, alle ore 21:00, guiderà la riflessione sul Lavoro e i trattati europei; a Lidia Menapace che, martedì 13, sempre alle ore 21:00, proporrà, invece, il punto di vista dei comunisti sui temi della pace e dei rapporti internazionali. Fino al 15 agosto, quando Nando Mainardi, segretario regionale del PRC, chiuderà la Festa proponendo un percorso unitario e unʼazione comune “Contro la Crisi e le politiche liberiste”.
Non mancheranno gli stand gastronomici, dove centinaia di volontarie e volontari lavoreranno per proporre le specialità della cucina tradizionale romagnola, prima tra tutte lʼanguilla nelle sue molteplici “interpretazioni”, in un menù che partendo dai mitici “cappelletti”, spazierà dalla carne al pesce. E non mancherà lʼintrattenimento musicale affidato, questʼanno, ad artisti, come “Werter” e Gianluigi Tartual, con le sue canzoni delle lotte operaie e contadine che con “Marinella e i 3 x 3” sono espressioni del vivo panorama culturale ravennate ovvero, come i “Tradizione Romagnola” che, la serata del 15 agosto, chiuderanno la Festa proponendo il meglio della tradizione della musica da ballo di Romagna.

 

In allegato il programma

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.