9 aprile 2019 - Sant'Agata, Eventi

Sant'Agata sul Santerno celebra il 74° anniversario della liberazione

Venerdì 12 aprile alla Ca di cuntadèn i documenti neozelandesi ritrovati dall'associazione Kultura

Venerdì 12 aprile alle 21 alla Ca di cuntadèn, in via Roma 12, ci sarà una serata commemorativa per celebrare il 74esimo anniversario della liberazione di Sant’Agata sul Santerno.
La serata sarà dedicata ai documenti video ritrovati da Candido Parrucci, presidente dell'associazione Kultura, negli archivi militari neozelandesi: le immagini riprendono i giorni della liberazione nel nostro territorio e l’avanzata delle truppe dell’VIII Armata britannica nelle giornate cruciali dello sfondamento della Linea gotica sul Senio. Collabora alla serata la ricercatrice storica e bibliotecaria Armanda Capucci.

Saranno presenti il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani e la vicesindaco e assessora alla Cultura Lilia Borghi; coordina la serata Claudio Carta, presidente del Comitato per la difesa delle istituzioni democratiche. Alla Ca di cuntadèn è inoltre allestita la mostra documentaria “Seconda guerra mondiale: la liberazione di Massa Lombarda e Sant’Agata 12-13 aprile 1945”, curata dall’Anpi di Massa
Lombarda e Sant’Agata sul Santerno; l’esposizione è visitabile fino al primo maggio il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30. Nel corso delle mattinate del 6 e 12 aprile la mostra e i filmati della Liberazione saranno presentati agli alunni di terza media da
Mauro Remondini, presidente dell'Anpi. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Sant’Agata sul Santerno, in collaborazione con il Comitato per la difesa delle istituzioni democratiche, il centro sociale “Ca di cuntadèn” e l’associazione Kultura.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.