15 dicembre 2009 - Politica

Bassa Romagna, così cambia la sanità

Il nuovo Pal sarà presentato domani a Bagnacavallo

Si terrà domani, 16 dicembre alle 20.30 nella Sala Oriani del Convento di S.Francesco a Bagnacavallo un’assemblea congiunta dei consiglieri e delle giunte dell’Unione e dei Comuni.

All’ordine del giorno la presentazione del Piano attuativo locale (PAL) triennio 2009-2011, “Per la salute dei cittadini. Strategie, progetti e protagonisti della sanità del futuro a Ravenna”.

Il Piano sarà presentato ai consiglieri, le Giunte e tutti gli intervenuti da Tiziano Carradori, Direttore generale dell’Ausl di Ravenna e sarà presente Emanuela Giangrandi, Presidente della Conferenza territoriale sanitaria e sociale della Provincia di Ravenna. Il Piano Attuativo Locale (PAL), più noto come Piano Strategico Triennale, è un documento programmatico, denominato “attuativo” proprio perché ha lo scopo di rendere concreti nella realtà locale gli indirizzi generali dettati dai Piani sanitari nazionali e regionali.

Mentre il PAL precedente (triennio 2004-2006) aveva posto un’attenzione particolare agli aspetti strutturali e di distribuzione territoriale dei servizi, per la necessità sia di ripensare i limiti di modernizzazione caratterizzanti la struttura dell’offerta sia di consolidare l’unitarietà aziendale dei tre distretti, ora che la quasi totalità degli interventi previsti sono stati conclusi e/o attivati, l’accento viene spostato sul modo in cui si produce l’assistenza, ovvero il “software” di un sistema, piuttosto che il suo “hardware”. Si tratta cioè di ripensare la struttura dell’offerta lavorando sugli aspetti intangibili dell’organizzazione, innovando la cultura professionale e aziendale.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.