20 ottobre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca

Scuola, l'incontro con il nuovo provveditore regionale

L'assessore Stamboulis ha consegnato la lettera dei genitori dei bimbi della Buon Pastore. Critiche dal forum "Per una scuola libera"

I problemi che riguardano il mondo della scuola  sono stati al centro di un confronto che si è svolto questa mattina in municipio a Ravenna fra il nuovo direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna, Marcello Limina, il sindaco Fabrizio Matteucci, l’assessore provinciale alla Pubblica istruzione Nadia Simoni e gli  assessori  comunali di Ravenna Elettra Stamboulis, di Faenza Cristina Tampieri e di Lugo Patrizia Randi.
Si è trattato di un primo giro di ricognizione che il nuovo direttore generale dell’Usr ha voluto fare “perché è importante avere un rapporto diretto con i territori”.

Matteucci lo ha ringraziato “per avere proposto l’ incontro. In un momento delicato come questo  c’è molto bisogno di confronto e collaborazione. Noi partiamo da un ottimo livello di collaborazione con i dirigenti scolastici del nostro territorio. Ma c’è l’esigenza di rendere questo rapporto ancora più stretto”. Il sindaco ha fatto riferimento in particolare “alla difficile situazione che si è creata nel comune di Ravenna  per sei sezioni di scuola dell’infanzia statale che, per mancanza di insegnanti,  non potranno attuare il tempo pieno. Il Comune ha risolto per quest’anno scolastico il problema. Ma fino a quando possiamo durare?  Il  protrarsi nel tempo di questa situazione rischia di creare tensioni. Parliamo – ha fatto notare Matteucci – di 150 bambini”. A questo proposito l’assessore Stamboulis ha  ufficialmente consegnato a Limina la lettera dei genitori dei bambini della Buon Pastore.

“Penso – ha  poi proseguito  Matteucci affrontando il tema  di come adeguare l’offerta educativa alle nuove esigenze – che siano possibili diverse azioni. Ad esempio: garantire ai bambini stranieri una rapida  possibilità di apprendimento della lingua italiana per una maggiore integrazione. Ragionare su una maggiore integrazione fra il mondo della scuola  e le imprese, per meglio cogliere le opportunità di lavoro nel territorio”.

In merito all’incontro, il coordinatore del forum “Per una scuola libera”, Giulio Bazzocchi, ha fatto notare come non sia stato invitato nessun rappresentante dell’opposizione, nonostante "sia da gennaio che proponiamo all’assessore Stamboulis un tavolo con genitori, insegnanti e studenti".
"La Buon Pastore è il cavallo di battaglia del momento. E' stato fatto dire ai genitori che preferirebbero che gli insengnati fossero tutti statali e non anche designati dal Comune: cosa c'entrino nel merito i genitori non si sa. Ne abbiamo avuto la conferma quando, incontrandoli fuori dalla scuola, hanno lamentato piuttosto una scarsa organizzazione interna e la mancanza di materiale di consumo, tra cui la carta igienica, che devono portare da casa".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.