26 ottobre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cultura

Gerry Scotti e Guido Bertolaso tra i vincitori del Guidarello

Cerimonia il 14 novembre, riconoscimento alla memoria per Benigno Zaccagnini

La Giuria del Premio Guidarello 2009, presieduta da Bruno Vespa (e composta da Ferruccio De Bortoli, Stefano Folli, Giancarlo Mazzuca, Cristina Mazzavillani Muti, Giuliano Molossi, Piero Ostellino, Antonio Patuelli, Pierluigi Visci) ha reso noti i nomi dei vincitori della 38° edizione del concorso per il Giornalismo d’Autore. La manifestazione, promossa da Confindustria Ravenna, si terrà sabato 14 novembre alle 17.
 

Premi per il Giornalismo d’Autore/Nazionale
Sezione Cultura: Mario Deaglio (La Stampa)
Sezione Società: Oscar Giannino (Radio24-Il Sole 24 Ore)
Sezione Società: Massimo Mucchetti (Corriere della Sera)
Sezione Radio/Televisione: Gerry Scotti

La giuria del premio dedicato al giornalismo d’autore/Romagna, presieduta da Roberto Balzani e composta da Dante Bolognesi e Franco Gàbici, si è così pronunciata sui vincitori:
 

Sezione Cultura: Sebastiano Vassalli (per un articolo uscito sul Corriere della Sera dedicato a Dino Campana)
Sezione Società: Eraldo Baldini (per il libro Il gladiatore dimenticato, Ed. Longo)
Sezione Studi e Ricerche: Manuela Ricci (autrice del catalogo dedicato alla mostra Armonia delle muse) .

Confindustria Ravenna ha  deciso di assegnare il Guidarello ad honorem a Guido Bertolaso, direttore del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio, e di dedicare il Premio Guidarello alla Memoria a Benigno Zaccagnini, nel ventennale della scomparsa.

L’edizione 2009 del Premio Guidarello per il Giornalismo d’autore verrà condotta da Bruno Vespa, mentre a Margherita Ghinassi è stato affidato il ruolo di presentatrice.
“Le giurie - commenta il presidente di Confindustria Ravenna, Giovanni Tampieri - che ringrazio, hanno svolto come sempre un lavoro altamente qualificato. C’è un filo chiaro che unisce i vincitori del concorso nazionale per la carta stampata, vale a dire la loro specializzazione in temi economici. Sono certo che attraverso le domande sempre puntuali di Bruno Vespa avremo da Mario Deaglio, Oscar Giannino e Massimo Mucchetti un ulteriore contributo per comprendere la situazione dei mercati, e indicazioni sullo stato della crisi.
 

Gerry Scotti non lo scopro certo io: è da anni un protagonista della Tv. Doveroso il Guidarello alla Memoria a Zaccagnini per i valori di cui è stato interprete e per la loro attualità. I premiati della sezione Romagna hanno saputo interpretare al meglio quello che è lo spirito della nostra terra e i valori culturali che sa esprimere. Come Confindustria intendiamo sostenere la candidatura di Ravenna come Capitale europea della cultura nel 2019 e quindi ambienteremo la scenografia dell’Alighieri richiamandoci alla Biblioteca Classense quale luogo simbolo del ‘sapere’ del nostro territorio”.
 

“Vorrei soffermarmi su una novità che giudico di grande rilievo - sottolinea Antonio Serena Monghini, delegato di Confindustria Ravenna per il Premio Guidarello - vale a dire che gli appuntamenti legati al Premio sono diventati tre nell’arco della settimana. Oltre al Premio Guidarello di sabato 14 novembre avremo giovedì 12 dalle ore 10 alle 12,30, presso il Centro Congressi di Largo Firenze, la terza edizione del Guidarello Giovani, che vivrà un momento autonomo per sottolineare l’importanza che attribuiamo al rapporto scuola-Confindustria, con l’elaborato vincitore che sarà premiato il sabato da Bruno Vespa.
Venerdì 13 novembre alla Sala Benelli di Confindustria Ravenna, dalle 14,30 alle 18, avremo una giornata di studi sul tema Guidarello Guidarelli tra stor, promossa dal Mar con la nostra collaborazione”.

Un particolare ringraziamento Confindustria intende rivolgerlo al Comitato dei garanti: Walter Della Monica, Claudio Marabini, Paolo Passanti, Noemi Piolanti, Giuseppe Rossi, con il quale è stato redatto il regolamento del premio che varrà dalla prossima edizione.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.