14 dicembre 2010 - Ravenna, Cronaca, Economia & Lavoro

"Incertezza sul rinnovo dei contratti di appalto nelle scuole"

L'appello di Flc, Fp, Filcams della Cgil di Ravenna

I sindacati di categoria Flc, Fp, Filcams della Cgil di Ravenna che rappresentano i lavoratori della scuola, delle cooperative sociali, delle aziende multiservizi e di pulimento, intervengono sulla questione degli appalti nelle scuole.

Si legge in una nota inviata da Valeria Monti (Flc Cgil),   Loretta Moroni (Fp Cgil) e  Ketty Samori (Filcams Cgil):

"Preso atto che:

-da troppi anni si assiste, in maniera progressiva e inesorabile, al subentro di contratti di appalto a fronte della riduzione degli organici del personale ausiliario alle dipendenze del Ministero della Pubblica Istruzione;

-con la circolare del programma annuale 2010 il governo ha, unilateralmente, deciso di decurtare del 25% la spesa per gli appalti, con grave danno sia per le lavoratrici delle aziende private, sia per i collaboratori scolastici statali che hanno visto aumentare i loro carichi di lavoro senza che a ciò corrispondesse un aumento della retribuzione;

-nelle nostre scuole di ogni ordine e grado le pulizie dei locali, la salvaguardia delle condizioni igieniche, l’assistenza agli alunni, la verifica degli accessi sono sempre più affidate con procedure di appalto a personale dipendente da aziende private;

-la carenza di personale statale, ulteriormente aggravata dall’ulteriore taglio di 15.000 posti Ata decisi dal Miur anche per l’anno scolastico 2011/12, unitamente alla sempre più ridotta presenza del personale delle cooperative, mette seriamente a rischio la sicurezza dei nostri bambini e l’assistenza ai ragazzi diversamente abili;

-in provincia di Ravenna, alla data 31/12/2010, arrivano a scadenza molti contratti di appalto e, alla data odierna, alcune centinaia di lavoratori attendono conferma del rapporto di lavoro per l’anno 2011, con il rischio di incorrere nelle procedure di licenziamento collettivo sulla base della legge 223/90, con decorrenza 1°gennaio 2011;

Si esprime grande preoccupazione in relazione alla condizione di profonda incertezza per la mancanza di indicazioni operative alle scuole, da parte degli organismi ministeriali ai vari livelli, in merito al rinnovo dei contratti di appalto e alle ricadute che questa situazione potrebbe determinare sia in termini occupazionali sia sulla continuità di un pubblico servizio".

I sindacati richiamano "tutti i soggetti preposti alla piena assunzione delle responsabilità loro demandate per far sì che le scuole, nell’esercizio della loro autonomia gestionale, possano procedere alla adozione degli atti necessari al fine di garantire il normale svolgimento delle attività scolastiche;
Sollecitano tali decisioni in termini immediati per togliere dalla condizione di apprensione centinaia di lavoratori degli appalti e per consentire loro di trascorrere con maggior serenità le festività natalizie".

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018