14 dicembre 2010 - Ravenna, Economia & Lavoro

“Conferenza economica, risultati positivi”

“La progettualità messa al servizio del territorio con la Conferenza economica provinciale tenutasi ieri, dà vita ad un nuovo patto per lo sviluppo capace – come sottolineano il presidente della Regione Vasco Errani e il vice presidente della Provincia Claudio Casadio – di far si che Ravenna anticipi il cambiamento in questo Paese”. Lo affermano i consiglieri regionali PD Miro Fiammenghi e Mario Mazzotti.

 

“Il presidente Errani e il vice presidente della Provincia  Casadio – aggiungono Fiammenghi e Mazzotti – hanno ben delineato il futuro del territorio provinciale, incentrato su innovazione-ricerca-trasferimento tecnologico, reti d'impresa sull'economia verde e la messa in sicurezza del territorio, internazionalizzazione, nuovo welfare.

 

Un modello incentrato sullo sviluppo sostenibile che tiene assieme tutti i settori della nostra economia (dal turismo all’agrindustria, dal manifatturiero al commercio) e li valorizza, che  investe sul capitale umano e crea le condizioni per  un futuro di competitività dove le nostre nuove generazioni possano confrontarsi alla pari con gli altri Paesi. Tutto questo ‘senza lasciare indietro nessuno’, mantenendo fede alla quella coesione sociale e solidarietà che da sempre caratterizzano la nostra provincia”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.