14 dicembre 2010 - Ravenna, Cervia, Cronaca

La Finanza sequestra quasi 2 kg di marijuana

La scoperta grazie anche all'aiuto di un'unità cinofila

Ingente sequestro di marijuana da parte degli uomini della seconda Compagnia del Comando provinciale della Guardia di finanza di Ravenna.

E’ tarda sera quando nel Cervese i ‘Baschi verdi’ stanno effettuando i controlli di routine per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di uno di questi, nei confronti di un ventenne marocchino, viene rinvenuto un piccolo quantitativo di marijuana.
L’atteggiamento evasivo del soggetto e l’esperienza dei militari hanno permesso di individuare l’ulteriore sostanza stupefacente, anche grazi all’ausilio di un’unità cinofila, occultata nell’abitazione di un italiano coinvolto e dello stesso marocchino, quantificata in 1,7 kg di marijuana, successivamente sottoposta a sequestro penale. Il ventenne marocchino e il ‘collega’ italiano coinvolto nella detenzione dello stupefacente sono stati arrestati e condotti nel carcere di Ravenna.

La droga era, verosimilmente, destinata ad alimentare per il periodo natalizio il mercato di Ravenna e, in particolare, la zona del cervese.
A seguito dell’udienza di convalida davanti al Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Ravenna, è stata confermata la custodia cautelare in carcere per il cittadino italiano, mentre il cittadino extracomunitario è stato scarcerato.

La Guardia di finanza, nel frattempo, fa sapere che anche durante le Festività proseguirà, capillarmente, su tutto il territorio provinciale, l’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno dello spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.