16 dicembre 2010 - Ravenna, Agenda, Cultura, Spettacoli

"Concerti della Domenica", ultimo appuntamento

Il 19 dicembre il Quartetto Mantegna e il pianista Bruno Canino

I Concerti della Domenica, curati dall’Associazione Angelo Mariani e promossi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna giungono al termine.
L’appuntamento finale, in programma domenica 19 dicembre 2010 alla Sala Corelli del Teatro Alighieri alle 11, sarà affidato al Quartetto Mantegna e al pianista Bruno Canino.

Nato nel 2002 e da allora impegnato in una intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi per importanti istituzioni musicali e festival italiani, il Quartetto Mantegna è formato da giovani e brillanti archi, i violinisti Roberto Noferini e Serena Canino, il violista Luca Moretti e il violoncellista Matteo Pigato.
I quattro musicisti anche individualmente hanno carriere segnate dal successo. Roberto Noferini, fondatore e primo violino del Quartetto Mantegna, dopo il debutto a dodici anni al Comunale di Bologna, ha suonato per la Società dei Concerti di Milano, gli Amici della Musica di Firenze, il Rossini Opera Festival. Serena Canino si è esibita in numerose sale italiane ed estere e, insieme al padre Bruno Canino, al Teatro Manoel di Malta e alla Palazzina Liberty di Milano. Luca Moretti suona in formazioni cameristiche che vanno dal duo al sestetto coi quali è stato ospite di diversi festival, come Les Rencontres di Louvergny in Francia, Piemonte in Musica, Festival Monteverdi di Cremona e Festival Pergolesi di Jesi. Matteo Pigato ha collaborato ricoprendo anche il ruolo di primo violoncello con varie orchestre sinfoniche come la Filarmonica della Scala e l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.
Il programma del concerto, che si realizza con il contributo di Terme di Punta Marina, prevede alcune pagine dall’Arte della Fuga, ultimo capolavoro strumentale di Johann Sebastian Bach iniziato intorno al 1740 e pubblicato nel 1751, un anno dopo la morte del compositore.

Nella seconda parte del concerto, che si realizza con il contributo di Terme di Punta Marina, il quartetto verrà raggiunto sul palco da Bruno Canino, ormai leggenda vivente del pianoforte con all’attivo una carriera di quaranta anni di successi: insieme eseguiranno una delle composizioni più importanti di tutta la produzione cameristica, il Quintetto in la maggiore op. 81 di Antonin Dvorak, scritto dal compositore boemo nel 1887.

Al termine, aperitivo con i vini della Strada del Sangiovese offerto dall’Azienda Agricola “Il Laghetto del Sole”.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.