27 ottobre 2009 - Ravenna, Economia & Lavoro

Più controlli su Hera

Approvato l'odg col quale il Comune s'impegna a seguire maggiormente scelte e bilancio delle società partecipate

Approvato ieri sera l'odg per la "valorizzazione delle funzioni di indirizzo e controllo" del Consiglio comunale su scelte e atti fondamentali di Hera. La società, infatti, è pubblica per il 51%, controllata dal Comune direttamente e indirettamente (tramite Ravenna Holding).

In particolare, la Commissione consiliare "Attività produttive, bilancio, partecipazioni societarie e personale" dovrà riunirsi ogni sei mesi per discutere sulle strategie aziendali, con particolare riferimento ai bilanci d'esercizio e piani d'investimento, di Hera S.p.a., con la partecipazione di consumatori, sindacati e associazione di categoria.

Il documento è stato approvato dalla maggioranza ma non dall'opposizione, che chiede "un passo indietro nella proprietà dei capitali delle società controllate" (Ancisi). Per Fronzoni (LpRa) "Nonostante il 51% in mano pubblica, le nomine dei vertici, l'eccessivo numero delle controllate, le politiche di espansione ben oltre i confini regionali rendono difficili le politiche di controllo da parte dei Comuni".

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019