14 gennaio 2011 - Ravenna, Eventi, Arte

All'Urban Center i progetti per piazza Kennedy e stradelli retrodunali

E’ stata inaugurata stamani dall’assessore all’urbanistica Gabrio Maraldi all’Urban center la mostra “Progetti per Ravenna” . Fino al 13 febbraio sarà possibile vedere le tavole con le proposte architettoniche selezionate dal Comune tra quelle pervenute attraverso i concorsi di idee rispettivamente per la riqualificazione di Piazza Kennedy e per la valorizzazione e l’arredo degli stradelli retrodunali nei lidi nord.

Per piazza Kennedy sono esposti i progetti degli studi degli architetti Samarati di Milano, Premoli di Fiorenzuola d’Arda, Impavidi di Firenze, Bettazzi di Prato. Per gli stradelli retrodunali i due progetti vincitori sono di studio di architettura Matteo Fraschini di Segrate (MI) e studio Gsa di Ravenna.

La mostra è aperta di martedì, mercoledì, venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 9; il sabato dalle 10 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19.

Il progetto per piazza Kennedy del valore di un miliardo 200mila euro è finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che si farà carico anche del restauro di Palazzo Rasponi. Gli uffici del Comune sono all’opera per elaborare i progetti preliminari, da sottoporre alla Soprintendenza ai beni ambientali e architettonici, per poi procedere alle versioni definitive dei progetti stessi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.