17 gennaio 2011 - Ravenna, Cronaca

Spaccio senza confini. Maxi operazione della Finanza

Sgominata una banda internazionale

Non conosceva confini l’organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti smantellata dalla Guardia di finanza di Ravenna.
Nell’ambito di indagini volte al contrasto del traffico e dello spaccio di droga, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Ravenna, nella prima mattinata di oggi, i militari del nucleo di polizia tributaria delle Fiamme Gialle hanno dato esecuzione a dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Tutti i destinatari, tre dei quali già detenuti nei carceri di Ravenna e Chieti, sono stati rintracciati tra Ravenna, Riccione e Borghi (Fc). Solo per uno è scattata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Sogliano al Rubicone.

Questo è stato il risultato di indagini di lungo corso, iniziate nel 2009. L’attività investigativa ha permesso di smantellare un sodalizio criminoso composto da cittadini albanesi, tunisini e italiani. Lo ‘scopo sociale’ era il traffico di stupefacenti, dalla cocaina all’eroina, nelle province di Ravenna e Rimini. Alle dieci persone arrestate si aggiungono otto denunce a piede libero.
Cospicuo il quantitativo di droga sequestrato: 2 kg di cocaina, uno dei quali stava per essere immesso sul mercato in concomitanza con i festeggiamenti di Capodanno, e 1 kg di eroina.

I controlli eseguiti dalla Finanza hanno anche permesso di segnalare 9 extracomunitari non in regola con il permesso di soggiorno. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.