29 ottobre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Economia & Lavoro

"Su 100 euro di spesa agli operatori spettano 3 euro"

L'allarme della Confesercenti: "la filiera è zavorrata da costi interni e troppi intermediari"

Se i consumatori piangono, commercianti e agricoltori certo non se la ridono: per ogni 100 euro di spesa, in Italia, solo 3 euro è l'utile che va in tasca ai diversi operatori della filiera, mentre gli altri 97 sono tutti costi sostenuti dalle imprese.

Il dato emerge da una ricerca Nomisma presentata in occasione del convegno promosso ieri da Federalimentare e Ancd Conad sulla filiera agroalimentare. Per la Confesercenti di Ravenna “Finalmente è stata fatta chiarezza sulla composizione del prezzo all’interno della filiera dei prodotti agroalimentari ed i costi che le imprese sostengono, a fronte dei ricavi. La filiera è zavorrata sia da costi interni che esterni, anche perché si confronta con molteplici intermediari che allungano la lista della spesa. I costi interni - rileva Nomisma - incidono per 54 euro ed è soprattutto rilevante il costo del lavoro (38 euro)".

I costi esterni assorbono invece 27 euro della spesa e tra questi spiccano gli oneri relativi all'energia (3,70 euro), che le industrie italiane pagano più delle concorrenti europee, e al trasporto, dove ugualmente il costo chilometrico di 1,54 euro supera quello dei principali partner Ue e porta a un costo medio di 5,70 euro. 12 euro sono poi i costi dovuti alle imposte e 4 euro attengono al saldo delle importazioni nette di prodotti agricoli e alimentari.

"A fronte di tutti questi costi, i margini ottenuti dagli operatori sono quindi quasi nulli - spiega la Confesercenti -. Agli agricoltori in particolare, secondo la stima Nomisma, vanno in tasca 0,70 euro e all'industria alimentare 1,10. E per la distribuzione va ancora peggio: 0,40 euro al commercio all'ingrosso e 0,10 euro al dettaglio tradizionale".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.