8 febbraio 2011 - Ravenna, Faenza, Cronaca

Ruba un'auto in sosta, arrestato faentino

Nella serata di domenica 6 febbraio, verso le 20.30 circa, gli agenti della squadra volante della Polizia di Stato di Faenza si sono recati in via Naviglio, dove una persona aveva segnalato il furto, avvenuto poco prima, della propria Fiat Seicento di colore azzurro.
 

L'uomo aveva parcheggiato la vettura in via Naviglio per recarsi all’interno di una pizzeria d’asporto, in cui lavora come addetto alla consegna a domicilio delle pizze.
Quando è uscito dal locale l'uomo, che aveva lasciato le chiavi inserite nell'auto, si è accorto che il veicolo era stato rubato.

Le ricerche dell’equipaggio della volante sono iniziate immediatamente ed hanno consentito di intercettare il veicolo rubato mentre era in movimento, con alla guida una persona che stava percorrendo Corso Matteotti.
La Fiat Seicento è stata seguita per un breve tratto ed è stata poi bloccata in via San Giovanni Bosco.
 

Alla guida del veicolo si trovava un uomo italiano, residente a Faenza, che ha dichiarato agli agenti di aver preso l’auto "per fare un giro". Gli agenti hanno poi notato che l’autoradio collocata sul sedile anteriore dopo essere stata strappata dal suo alloggiamento.
Dall'auto era stato inoltre rubato un seggiolino per bambini e il contenitore coibentato per il trasporto delle pizze.
 

L’arrestato è stato accompagnato in commissariato, ed è stato trattenuto nella camera di sicurezza fino all’udienza, svoltasi al Tribunale di Ravenna ieri pomeriggio, che ha convalidato l’arresto concedendo un rinvio essendo stati chiesti i termini a difesa.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.