9 febbraio 2011 - Ravenna, Solarolo, Eventi

Solarolo celebra il "Giorno del Ricordo"

Il 10 febbraio in memoria delle vittime delle foibe

Il 10 febbraio ricorre il “Giorno del Ricordo”, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo dei 350.000 italiani istriani, giuliani e dalmati.

Anche a Solarolo, come nel resto d’Italia, dal 2005 si celebra questo importante anniversario con iniziative che hanno riscosso sempre notevole interesse.

Quest’anno le celebrazioni del “Giorno del Ricordo” si svolgeranno nel contesto dell’importante anniversario dell’Unità d’Italia e seguiranno un programma consolidato che si svilupperà nell’arco della giornata di domani, giovedì 10 febbraio.

Nella mattinata, al Plesso Scolastico “Giuseppe Ungaretti”, alle 11 si svolgerà l’incontro-conferenza dal titolo “L’Esodo degli italiani da Istria, Fiume e Dalmazia”, riservato agli alunni delle terze classi della scuola media. Relatore sarà il professor Alessandro Luparini, dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e provincia. Parteciperanno, con le loro toccanti e commoventi testimonianze, due esuli di allora: Giuliana Andricci, profuga da Lussino, ed Oreste Pocorni, profugo da Zara. In serata, alle 19,30, nella Chiesa Arcipretale Santa Maria Assunta il parroco Don Marco Corradini celebrerà la Santa Messa in suffragio delle Vittime delle Foibe assieme al cappellano militare Interforze Don Carlo Lamelza. La celebrazione liturgica sarà animata dai canti del Coro Leone di Bologna. La serata proseguirà con un concerto dello stesso Coro Leone di Bologna, diretto dal maestro Pier Luigi Piazzi, presso l’Oratorio dell’Annunziata alle 20,30.

Il “Giorno del Ricordo” di Solarolo ha ottenuto i patrocini del Prefetto di Ravenna Bruno Corda, del presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, del presidente della Provincia di Ravenna Francesco Giangrandi, del sindaco del Comune di Trieste Roberto Dipiazza e dello stesso sindaco di Solarolo Fabio Anconelli.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.