2 novembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Carabiniere fuori servizio sventa truffa informatica

Arrestato un cittadino bulgaro con un congegno per la clonazione delle tessere bancomat

Un brigadiere dei Carabinieri, fuori servizio, ha bloccato un cittadino bulgaro che aveva posizionato un congegno per la clonazione di tessere bancomat.

Il militare è stato aiutato anche da un agente di Polizia penitenziaria e da una Volante della Questura. Il fatto è avvenuto ieri intorno alle 19 in via Gordini. Alle grida di una signora che aveva effettuato un prelievo bancomat nella filiale della banca Montepaschi, il brigadiere non ha esitato ad entrare in azione, inseguendo il bulgaro.

E’ iniziata una colluttazione, l’uomo ha estratto un coltello: la situazione non è degenerata anche per l’arrivo dell’agente di polizia penitenziaria. Una volta immobilizzato, Evtim Madzharov, 31 anni, è stato prima condotto in Questura e poi al Comando dell’Arma. Qui è stato formalizzato l’arresto per resistenza a pubblici ufficiali, reati informatici e porto abusivo di coltello. Il coltello e il dispositivo utilizzato per “catturare” e clonare tessere bancomat sono stati sequestrati.
La Procura della Repubblica ha convalidato l’arresto disponendo il trasferimento in carcere.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.