16 febbraio 2011 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca, Società

Ravenna, una provincia "giovane"

Censimento della Regione sui luoghi di aggregazione per i ragazzi dai 13 ai 34 anni

Dei 1478 spazi di aggregazione giovanili presenti in Emilia-Romagna, che coinvolgono ogni giorno circa 38mila ragazzi tra i 13 e i 34 anni, 155 sorgono a Ravenna e provincia. Questo il risultato di un censimento della Regione, che ha raccolto un quadro variegato che coinvolge la rete di polisportive e associazioni culturali (le due tipologie di spazio più frequentate), centri sociali, Informagiovani e oratori parrocchiali (i più diffusi a livello territoriale).

A Ravenna e provincia 155 spazi di aggregazione giovanile
I 155 spazi di aggregazione giovanile del ravennate sono concentrati a Ravenna (45) e Faenza (38). Si tratta principalmente di parrocchie e oratori (circa 30%) e associazioni culturali e di promozione sociale (28,4%). Il 60% dei luoghi di ritrovo sono ormai “storici” ovvero operano da oltre 10 anni, ma nell’ultimo anno ne sono sorti 8 nuovi. La gestione compete prevalentemente al settore privato, di cui il 63% sono parrocchie o gruppi parrocchiali (+4% rispetto al dato regionale). L’85,8% degli spazi è dotato di una sede stabile e tutti hanno locali al coperto; nel 75,2% dei casi anche spazi all’aperto. Il 66,2% delle strutture è utilizzata da più gruppi o associazioni. L’utenza è prevalentemente maschile, le fasce d’età più rappresentate gli under 13 (nelle parrocchie) e gli over 30 (associazioni culturali). In 7 spazi su 10 si registra la presenza di giovani immigrati. Il 62,9% dei luoghi è frequentato da un massimo 30 ragazzi al giorno; il 28% arriva anche oltre le 50 presenze.

Quasi due milioni di euro
Per il 2011 il sostegno della Regione Emilia Romagna sarà rinnovato con oltre 1,8 milioni di euro, destinati agli enti locali per la manutenzione e le attrezzature delle strutture di proprietà pubblica (un milione) e per le attività di soggetti sia pubblici che privati rivolte ai ragazzi (820mila euro).
”E’ la prima mappatura di tutti gli spazi di aggregazione dell’Emilia-Romagna – ha detto Donatella Bortolazzi, assessore regionale allo sviluppo delle risorse umane, organizzazione e progetto giovani - in cui i giovani si ritrovano e svolgono attività e ci permetterà di indirizzare al meglio le risorse disponibili. Sia negli spazi dove c’è la presenza degli educatori, sia in quelli autogestiti il protagonismo e la responsabilità giovanile devono emergere sempre di più perché sono d’aiuto ai ragazzi anche per trovare uno sbocco di lavoro futuro”.

Su 1478 spazi di aggregazione giovanile censiti in Emilia-Romagna, 156 (il 10,6%) sono a Bologna e provincia, 220 (14,9%) nel modenese, 255 (17,3%) a Reggio Emilia - la provincia più ricca di spazi dedicati ai ragazzi -, 111 (7,5%) a Parma, 81 (5,5%) a Piacenza, 143 (9,7%) nel ferrarese, 198 (13,4%) nel forlivese e cesenate, 155 (10,5%) a Ravenna, 159 (10,8%) nel riminese.

Il report regionale completo è consultabile all’indirizzo: http://www.regione.emilia-romagna.it/

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019