2 novembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Franco Montanari eletto presidente dell'Asppi

Le priorità dell’Associazione piccola proprietà immobiliare

A conclusione della tornata dei congressi di zona e provinciale, Franco Montanari è stato eletto presidente provinciale dell’Associazione della piccola proprietà immobiliare. "Montanari - spiega l'associazione - raccogliendo la sollecitazione dei soci presenti numerosi sia a Ravenna che a Faenza, si è impegnato a rafforzare l’attività sindacale".

"In questo momento, tra l’altro, è in corso - sottolinea l'Asspi - il dibattito in parlamento sulla nuova Legge Finanziaria e uno degli argomenti in discussione è dato dalla tassazione separata dei redditi da locazione (cedolare secca), cosa questa che rappresenta una vecchia richiesta della categoria, che vede falcidiati i propri redditi dall’alta tassazione gravante sui medesimi a fronte di inquilini che giustamente lamentano un mercato asfittico per gli stessi motivi.

Altro argomento di attualità che si aggiunge a quello derivante dalla crisi economico-occupazionale in corso (aumento sfratti per morosità) è dato dalle occupazioni degli immobili da parte di persone che non ne hanno titolo.

Cosa denunciata anche dal sindaco Matteucci, e dietro la quale si nascondono fattori che spesso prescindono da stati di necessità. In conclusione, Montanari ha richiamato l’attenzione sugli ultimi provvedimenti approvati dalla Regione: il Piano Casa che consente ampliamenti non solo di moderata entità, i 13 milioni approvati per aiutare gli inquilini a pagare l’affitto e i 20 milioni destinati alle giovani coppie".
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.