18 marzo 2011 - Ravenna, Cronaca

Grande partecipazione al concerto del maestro Olmi

L'evento sarà trasmesso questa sera alle 20 su Tele 1

Si è svolto ieri sera alla Basilica di San Francesco il Concerto Tricolore diretto dal Maestro ravennate Paolo Olmi. L’evento, organizzato da Emilia-Romagna Concerti nell’ambito delle manifestazioni della Prefettura di Ravenna, ha visto la partecipazione dell’Orchestra dei Giovani Europei e della violinista Francesca Dego.

All'evento era presente anche il sindaco Fabrizio Matteucci che ha dedicato il suo intervento a uomini e forze dell'ordine.

"La musica, da sempre, racconta la società che ci circonda, è espressione del momento storico che viviamo - ha dichiarato il primo cittadino. La musica è un elemento portante dell’unità nazionale e della cultura italiana. Quanto intoniamo “Fratelli d’Italia” ci sentiamo tutti fortemente accomunati dallo stesso sentimento di forte partecipazione.
La musica è una delle espressioni artistiche che ci rende riconoscibili in tutto il mondo.
Ci ritroviamo questa sera in uno dei più suggestivi luoghi della nostra memoria dantesca per questo appuntamento, nel quadro delle celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia. Un appuntamento dedicato a tre grandi autori che hanno fatto grande la storia della musica italiana.
 

Quelle che abbiamo appena vissuto sono state due giornate intense. Due giornate di festa, ma anche dedicate alla riflessione e all’approfondimento, alla riscoperta del nostro patrimonio risorgimentale e delle radici della nostra storia.
Anche questo evento è espressione di quel ponte ideale fra passato e futuro che è stata una caratteristica delle celebrazioni del centocinquantesimo nella nostra città.
E’ soprattutto ai giovani che sono dedicate queste celebrazioni. Abbiamo voluto richiamare la loro attenzione sul cammino che ha portato all’unità d’Italia perché la storia è maestra di vita e ci sono valori intramontabili che non possono venire mai meno.
Ravenna si sente fortemente legata all’Europa. Ed è con questo spirito che abbiamo intrapreso il nostro cammino per la candidatura a capitale europea della cultura".
 

Salutando la violinista Francesca Dego il primo cittadino ha aggiunto: "questi centocinquant’anni sono stati segnati dalle battaglie delle donne per avere pari diritti e pari opportunità e dalle loro conquiste".
 

Nella prolusione al Concerto, il presidente del gruppo Cassa di Risparmio Antonio Patuelli ha ricordato che in questo centocinquantenario dell’unità istituzionale d’Italia è particolarmente piena di significati l’iniziativa di promuovere il concerto nella Basilica di San Francesco in Ravenna, l’antica Chiesa dove quasi sette secoli fa venne celebrato il funerale di Dante Alighieri che riposa nella Tomba attigua. "Dante, infatti, è il padre della lingua e della cultura italiana, gli elementi comuni e unificanti della Nazione italiana che esisteva già da secoli prima dell’Ottocento e che, assieme all’aspirazione, all’indipendenza e alla Costituzione e a un Parlamento eletto, è stata la premessa del Risorgimento, dell’unità e dell’indipendenza d’Italia - ha spiegato Patuelli.
Ugualmente di grande e inedita importanza è che il centocinquantenario dell’unità d’Italia venga solennemente celebrato proprio in una Basilica: ciò è possibile nel 2011 in particolare dopo le maturazioni avvenute col Concilio Vaticano II, da quando la Chiesa ha considerato una liberazione la fine del potere temporale.
Così questo centocinquantenario – ha concluso Patuelli - è anche un momento di convergenza di culture e di sensibilità diverse, nelle distinzioni di ruoli di Stato e Chiesa, nelle loro rispettive indipendenti sfere di piene libertà e responsabilità.
Viva l’Italia – Viva la Costituzione – Viva la Repubblica".

Il concerto sarà tramesso questa sera alle 20 su Tele 1. La manifestazione sarà replicata domenica 20 marzo alle 23.20, sempre sul canale 17, mentre sul canale Tele 1 news (299) è programmata per oggi alle 22.30, sabato 19 marzo alle 15 e domenica 20 marzo alle 9.30 e 22.30.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019