21 marzo 2011 - Ravenna, Cronaca

Ambiente, 900mila euro per le pialasse

Presentati i progetti di riqualificazione

Mentre sta per concludersi l’intervento di ripristino storico-naturalistico dell’Isola degli Spinaroni, la giunta comunale, nelle due ultime sedute, su proposta dell’assessore all’ambiente Gianluca Dradi, ha deliberato un progetto di lavori di manutenzione straordinaria nella Pineta S. Vitale (potature, sfalci, sistemazione di alcuni percorsi) per 100mila euro.

Inoltre è prevista la realizzazione di altri tre interventi, che sono stati inviati alla Provincia di Ravenna per trovare un cofinanziamento nel PSR (Piano Sviluppo Rurale) per un valore complessivo di 815mila 806 euro.

Gli interventi sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa da Gianluca Dradi, assessore comunale all’Ambiente, e Libero Asioli, assessore provinciale con delega all’attività ittico-venatoria. Erano inoltre presenti rappresentanti delle associazioni di volontariato Ecoclub, Associazione italiana pesca sportiva, Libera associazione per la pialassa Baiona, nonché l’ATC RA2, che il 2 aprile realizzeranno un intervento di pulizia e raccolta di rifiuti vari non pericolosi.

Ecco gli interventi illustrati:

  1. ripristino di canali e corsi d’acqua adduttori nel comprensorio di Punte Alberete e Valle Mandriole: questo comparto, unitamente alla pialassa Baiona, è idricamente assoggettato all’acqua proveniente dal fiume Lamone, che viene trasportata e smistata attraverso una rete di canali di proprietà comunale o della Regione. Il prelievo dal fiume avviene per caduta, quindi senza impianti di sollevamento, mediante canali, paratoie e sifoni realizzati negli anni.

    Il progetto si propone di realizzare interventi di manutenzione straordinaria di questi canali adduttori e di risagomatura e protezione di arginature in modo da migliorare la circolazione di acque dolci e quindi contrastare l’ingressione del cuneo salino e conservare la vegetazione. L’importo degli interventi è stimato in 193.480 euro.

  2. Ripristino ambientale e realizzazione percorsi per la fruizione pubblica: poiché all’interno della pialassa i canali e le vene che costituiscono il sistema di trasporto dell’acqua che si sposta per effetto delle maree, verso e dalle zone lagunari arginate, si sono in parte interrati e gli argini che delimitano gli ambiti lagunari ed i canali sono degradati in vari punti, in alcune parti si assiste ad una imperfetta circolazione idrica che provoca un insufficiente ricambio d’acqua. Ciò a sua volta determina l’accumulo di macroalghe e la loro decomposizione, che a sua volta concorre a deteriorare le arginature perimetrali. Dopo gli utili interventi di riescavo dei due principali canali che attraversano la piallassa (canale Baioncina e canale Baccarini), effettuati nelgi anni scorsi, si rende ora necessario anche il ripristino dell’argine perimetrale posto sul lato est della pialassa. Con l’occasione si realizzerà anche il ripristino del percorso posto sulla sommità dell’argine, per migliorare la fruibilità e collegare i punti di attracco barca e di osservazione. L’importo dell’intervento è stimato in 274.874 euro.
  3. Adeguamento di un percorso per osservazioni avifaunistiche fruibile anche dai diversamente abili: l’intervento si situa nella zona del canale Baccarini ove attualmente esiste un ponte si barche in calcestruzzo gravemente danneggiato. Lo scopo dell’intervento è quello di realizzare un percorso privo di barriere architettoniche, vicino ai centri turistici del litorale, finalizzato a mantenere la funzionalità del patrimonio ambientale e favorire le attività turistico-ricreative e di educazione ambientale. Si provvederà pertanto alla costruzione di una nuova passerella in legno lamellare a due campate, alla risistemazione del percorso esistente nella zona barenicola, alla creazione di un punto di osservazione rialzato di circa 1,60 metri, opportunamente mascherato per l’osservazione avifaunistica, alla posa di arredi e cartellonistica di informazione, al reimpianto vegetale ed alla pulizia del sito previa raccolta ed allontanamento di materiali di risulta, scarichi abusivi e trasporto di rifiuti in siti autorizzati. Il complesso degli interventi, comprensivi di indagini geologiche, è stimato in una spesa di 347.452 euro.

E’ stato inoltre annunciato che l’amministrazione comunale, unitamente alla Provincia, alla Regione ed al Parco del Delta del Po, sta predisponendo la propria candidatura per il bando europeo Life+ al fine di acquisire il finanziamento necessario ad un intervento strutturale sul comparto Valle della Canna e Punte Alberete, necessario per garantire la regimazione idrica, rimuovere le sostanze tossiche (prodotte dalla degradazione delle sostanze organiche) depositate sul fondale di Valle della Canna, definire un modello idrodinamico della falda e delle acque superficiali per mettere a punto un piano di gestione del comparto scientificamente validato.

Confermata anche l’iniziativa che vedrà sabato 2 aprile le associazione di volontariato Ecoclub, Associazione italiana pesca sportiva, Libera associazione per la pialassa Baiona, nonché l’ATC RA2, realizzare un intervento di pulizia e raccolta di rifiuti vari non pericolosi.

Nel corso del mese di aprile il Comune provvederà alla rimozione di rifiuti contenenti amianto nell’angolo sud-est della pialassa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019