3 maggio 2011 - Ravenna, Politica

Elezioni, ecco il patto tra Foschini e Ancisi

In caso di ballottaggio alleanza tra i due candidati a sindaco

 Nell’eventualità di un ballottaggio centro-destra e polo civico per Ravenna “marceranno” uniti.

L’annuncio è stato dato questa mattina dai candidati sindaco  Nereo Foschini (Pdl e Lega Nord) e Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna, Lista del Mare, Pensionati, Ravenna in Web).

Le liste offriranno all'elettorato "un'immagine il più possibile solidale". Inoltre Foschini e Ancisi, al secondo turno, “si impegnano ad unificare in un unico documento i rispettivi programmi e a convergere sul candidato che, tra loro, avendo ricevuto i maggiori consensi, andrà al ballottaggio con Matteucci”. In caso di successo, “uno sarà sindaco, l’altro vicesindaco, con una compagine di nuovo governo della città, che comprenderà e valorizzerà gli apporti di tutti i partner della coalizione”.

Si tratta, ha spiegato Foschini di un fatto politico nuovo e rilevante, che risponde alle critiche sulla “litigiosità del centro-destra”. Rispetto ad Ancisi e al polo civico, “ci sono ampie convergenze nei programmi - ha premesso Foschini-. Ora l’elettorato di Ravenna ha, nel primo di turno, la possibilità di riconoscersi nella propria parte politica; e successivamente ci sarà un fronte comune contro chi governa attualmente”.

 Le previsioni? Il raggiungimento del ballottaggio è considerato difficile, ma la partita “non è chiusa”. Più in generale, “se i ravennati accantonassero un attimo la visione ideologica avremmo già vinto. I nostri programmi e i nostri candidati sono superiori ai loro”.

“La nostra unione - ha rilevato Alvaro Ancisi - dipende dal fatto che qui siamo di fronte ad una emergenza democratica. In realtà sarebbe emergenza ovunque, in presenza di un partito che ha monopolizzato il potere per 41 anni. Distribuendo contentini agli alleati e agli ‘utili idioti’” di turno", ha continuato Ancisi, utilizzando un 'classico' del gergo politico. “Ora diranno, anzi lo stanno già dicendo, che mi sono venduto al centro-destra…”.

L’accordo è “benedetto” anche dalla Lega Nord: Paolo Guerra auspica che il tavolo di coordinamento  prosegua anche dopo le elezioni. D’accordo anche Rudi Capucci, il candidato di Pdl e Carroccio per la presidenza della Provincia: Capucci ha sottolineato che per piazza dei Caduti ci sono più possibilità di affermazione rispetto al Comune. Luca Rosetti, nella Lista del Mare, ha ribadito: “Rimaniamo una lista civica, per dare voce ai cittadini”. Paolo Randi (Pensionati) ha corso con il centro-sinistra nelle scorse amministrative: “ma sono stato preso giro”. Marco Laghi, di Ravenna in Web, ha puntato sull’impegno della lista per dare voce ai giovani. Per Alberto Ancarani, candidato al consiglio comunale per il Pdl, “comunque vada, dopo il 15 maggio sarà successo qualcosa”.

ma.mont.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019