12 novembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Fermate dei bus a rischio

LpRa: "In alcuni casi manca lo spazio per la salita e la discesa"

Fermate del bus senza lo spazio per la salita e la discesa, quindi decisamente poco sicure per i cittadini che usano il servizio pubblico. La segnalazione arriva dal capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, autore di un’interrogazione con cui chiede al sindaco come intenda porre rimedio e chiedendo una verifica per accertare tutte le situazioni di rischio. “Prendiamo ad esempio una fermata di autobus delle linee pubbliche urbane situata in via dei Poggi. È chiaramente fuorilegge, in quanto mancante totalmente dello spazio di salita e discesa dei passeggeri, tanto più difficoltosa e rischiosa per le persone anziane o debilitate, i bambini, i disabili. Infatti, il regolamento viario del Comune di Ravenna, che recepisce, all’articolo 9.2, le norme del codice della strada, stabilisce che ‘ogni fermata deve avere uno spazio di discesa e salita dei passeggeri al di fuori della carreggiata di profondità, di norma, non inferiore a 1,50 m adeguatamente pavimentata per essere agevolmente praticabile. Tale profondità può essere ridotta fino a un minimo di 1,00 m per particolari esigenza legate alla conformazione dei luoghi’”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.