12 novembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Tenta il suicidio all’Ufficio casa, salvata dalla Pm

La donna chiedeva un alloggio in emergenza abitativa

Oggi pomeriggio, intorno alle 16.30, agenti di polizia municipale e personale del 118 sono intervenuti all’Ufficio casa, su segnalazione del personale, per scongiurare un tentativo di suicidio compiuto tramite l'ingestione di pillole.

A compierlo, spiega il Comune, è stata una donna, che ha subito uno sfratto da una casa privata, e chiedeva un alloggio in emergenza abitativa. La signora era stata ricevuta già altre volte e le era stato spiegato che, avendo due figli maggiorenni con un reddito, non poteva essere considerata tra i soggetti aventi diritto.

Le stesse cose le sono state ripetute oggi, ovviamente con tutta la comprensione e il rispetto per la condizione della signora – peraltro invalida all’80 per cento – pur ribadendo che per le priorità e i criteri stabiliti insieme con il Consorzio dei servizi sociali la signora non aveva i requisiti necessari all’ottenimento dell’alloggio.
A quel punto la donna ha cominciato a estrarre delle pillole da un blister e ad ingoiarle. Le persone che erano con lei hanno immediatamente cercato di fermarla; subito sono stati chiamati la Polizia municipale e il 118. La donna è stata portata all’ospedale e attualmente è sotto osservazione.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.