9 giugno 2011 - Ravenna, Politica

"Assurdi pregiudizi del Pdl verso l'assessora Bakkali"

L'intervento del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle critica l'atteggiamento "pregiudiziale" del Pdl nei confronti dell' assessora alla Cultura Ouidad Bakkali.

"Si rileva infatti  - si legge in una nota dei 'grillini' - che il gruppo consigliare del Pdl considera che una persona con genitori stranieri priva a prescindere di certe caratteristiche/attitudini/capacità, non è idonea alla carica e ha una certa concezione della persona, della società e della vita. Sempre secondo il gruppo consigliare del Popolo della libertà la carica assegnata alla signora Bakkali produce un azzeramento dei valori, delle identità e delle radici dei cittadini ravennati.

Preso atto di questi assurdi pregiudizi, il Movimento 5 Stelle Ravenna condanna questo episodio che inquina il
dibattito pubblico e coltiva un concetto identitario ben lontano da quello dei Paesi socialmente più avanzati. Ci piacerebbe che l'identità ravennate fosse costituita dall'amore per la nostra città e i suoi abitanti, dal senso civico e dall'attenzione per la qualità della vita di tutti, in cui la cultura riveste un ruolo importante di punto di riferimento e strumento di crescita della cittadinanza. I cittadini devono giudicare i propri dipendenti dalle
azioni e proposte in Consiglio e quindi solo il tempo ci dirà se l'operato dell'assessora Bakkali è positivo o se ha disatteso i programmi e le aspettative.

Oltre ad esprimere massima solidarietà a Ouidad Bakkali, i consiglieri del Movimento 5 Stelle auspicano che i colleghi condividano la posizione espressa e confermino la loro solidarietà all'assessora, condividendo il principio ogni componente della Giunta verrà giudicato dal suo operato".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.