4 luglio 2011 - Ravenna, Sport

Canottieri, ricco medagliere al Festival dei giovani

 





Un oro e  tre argenti per la Canottieri, tre giorni intensi di gara, più di 1300 atleti, più di 4000 persone presenti. I numeri del Festival Giovani che si è appena concluso alla Standiana mostrano il successo della manifestazione, la più importante per il canottaggio giovanile in Italia. 

L’oro della squadra giovanile allenata da Giacomo Gasperoni è vinto da Riccardo Giuliani nella sua serie del singolo Cadetti, precedendo Varese e Arno. 

Il primo argento è quello di Filippo Bianco, sempre nel singolo Cadetti, dietro alla Vittorino ma davanti alla Elpis Genova.

Giunge al secondo posto, nella stessa specialità, anche Enrico Roncaglia, che è preceduto dalla Timavo. Completa il podio la San Miniato.

Il terzo argento è quello conquistato dal quattro di coppia Cadetti ravennate: Simone Dondini, Riccardo Giuliani, Enrico Roncaglia e Filippo Bianco sono superati solo dalla Canottieri Firenze, ma arrivano davanti alla Canottieri Arolo.

Non solo quattro medaglie per la Canottieri: ci sono anche numerosi piazzamenti. Appena fuori dal podio, al quarto posto, giunge il quattro di coppia Cadetti dell’Emilia Romagna, interamente formato da atleti della Canottieri. A mancare il bronzo sono Simone Dondini, Riccardo Giuliani, Enrico Roncaglia e Filippo Bianco nella gara vinta dalla Puglia.

Quarto anche Federico Vannini nel  singolo Allievi C, a un soffio dal podio comandato dalla Vigili del Fuoco Maggi.

Quinto posto per  Laura Carazzolo a bordo del quattro di coppia Cadetti femminile dell’Emilia Romagna, insieme a due atlete della Vittorino di Piacenza, e una del Cus Ferrara.

Simone Dondini giunge sesto nel singolo Cadetti maschile, risultato replicato al femminile da Laura Carazzolo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.