19 novembre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca

Soroptimist, inizia domani il consiglio nazionale

Ravenna ospiterà oltre 300 ospiti, fra delegate e accompagnatori

Da domani, 20 novembre, fino a domenica, Ravenna ospiterà, per la prima volta, il consiglio nazionale delle delegate del Soroptimist International d’Italia. In città sono attese oltre 300 persone tra delegate e accompagnatori.
L’evento si aprirà domani alle 18.30, nella basilica di San Vitale, con una cerimonia seguita da un concerto d’organo. I lavori, che si svolgeranno all’Holiday Inn, inizieranno sabato e proseguiranno domenica. Sono previsti anche momenti di svago culturale, che comprenderanno la visita al Mar, alla Classense e alla mostra “Ravenna e le acque” organizzata dal Soroptimist ravennate nella nuova sede dell’Archivio di Stato. Per Ravenna, dunque, si tratterà di un’importante vetrina anche dal punto di vista turistico. I lavori del consiglio si concentreranno soprattutto su educazione, formazione e informazione, che sono i tre temi cardine del programma della nuova presidente nazionale, la forlivese Wilma Malucelli, che insieme alla presidente ravennate, Licia Santerini Lo Presti, ha illustrato il programma spiegano che verranno creati 4 gruppi di lavoro che si impegneranno sulle questione dell’educazione di genere, l’educazione alla legalità, all’arte, alla salute e alla cooperazione internazionale.

Cos’è il Soroptimist International
Il Soroptimst è nato negli Usa nel 1921 e in Italia, dove oggi ci sono 138 club, nel 1928. La sede ravennate è stata fondata nel 1984 e oggi ha 30 socie. Attualmente è presente in 107 Paesi e conta oltre 100mila associate (le italiane sono circa 5.600).
Il Soroptimist International è un’organizzazione mondiale di donne impegnate attivamente nelle professioni, nelle attività sociali e culturali della società in cui vivono. Attraverso i service attuati dai suoi club, il Soroptimst - che è apolitico e aconfessionale - favorisce l’affermazione della donna in tutti i campi e promuove e diritti umani e lo spirito di solidarietà prima di tutto verso le donne e i bambini che vivono in condizioni di disagio in paesi tormentati dalle guerre, dalle malattie e dall’alienazione dei diritti fondamentali.
Il Soroptimist, inoltre, ha sempre avuto, e ha potenziato nelle programmazioni nazionali e internazionali degli ultimi anni, una viva attenzione per le problematiche ambientali. Il Soroptimist europeo, per esempio, su indicazione dell’Onu ha invitato i club nazionali ad attuare progetti biennali e quadriennali su tematiche legate all’acqua (la mostra allestita a Ravenna va proprio in questa direzione).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.