20 novembre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca

Trasporto pubblico, arriva il biglietto unico ricaricabile

Domani verrà presentato Stimer. La partenza, graduale, nel 2010

Domani sarà presentato ufficialmente a Ravenna Stimer, il Sistema di tariffazione integrata della mobilità in Emilia-Romagna. Si tratta di una piccola rivoluzione nell’ambito dei servizi di trasporto pubblico, destinata a soppiantare il tradizionale biglietto dell’autobus in carta. Schede prepagate e ricaricabili via internet e agli sportelli bancomat, saranno lo strumento che consentirà già dal 2010, seppur con una partenza graduale, di viaggiare senza preoccuparsi di acquistare il biglietto in anticipo.
L’iniziativa verrà illustrata sabato mattina in municipio, alle 10.30, in un incontro presieduto Giancarlo Ciani presidente Atm Spa.

Il “progetto Stimer e la bigliettazione integrata in Emilia-Romagna” sarà spiegato da Paolo Ferrecchi, direttore generale reti infrastrutturali, logistica e sistemi di mobilità Regione; Renzo Brunetti, direttore generale Atm, parlerà dell’“Applicazione e dell’avvio della sperimentazione a Ravenna”. “Postepay and Go & Atm:  una carta unica per vivere la città” sarà l’argomento trattato da Alessandro Albano responsabile servizi di pagamento BancoPosta; del “Ruolo degli istituti di credito locali per l’innovazione nei servizi pubblici” parlerà Nicola Sbrizzi, direttore generale Cassa di risparmio di Ravenna.
Alle 12 sono previsti gli interventi di Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna, Francesco Giangrandi, presidente della Provincia di Ravenna, Alfredo Peri assessore Mobilità e Trasporti della Regione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.