1 settembre 2011 - Ravenna, Agenda

I Canti Ambrosiani fan tappa a Ravenna

Alcuni fra i più antichi e significativi canti ambrosiani potranno essere ascoltati nel contesto del loro rito sabato 3 settembre alle ore 18 presso la chiesa di S. Maria in Porto, dove avrà luogo la solenne celebrazione vigilare; e ancora domenica 4 settembre alle ore 10, quando la Messa solenne in canto sarà celebrata in Sant’Apollinare in Classe.
I canti saranno interpretati dal coro Cantori Ambrosiani. Il gruppo, costituito da voci femminili e maschili, ha come impegno primario la salvaguardia e la diffusione del canto ambrosiano, sia nell’ambito della liturgia sia mediante concerti e iniziative culturali. Sotto la direzione di Giovanni Scomparin, ha maturato un’esperienza unica sia nel rito riformato dopo il Concilio Vaticano II sia nel rito tridentino. Nella recente formazione, i Cantori Ambrosiani convogliano una decennale attività di concerti e liturgie a Rodi, Treviso, Varese, Gerusalemme, Città del Vaticano, Università di Harvard, Milano (Festival MI-TO), Monastero di Strahov a Praga e in molte altre sedi di prestigio.

 

 

"La storia di Milano - spiegano i Cantori Ambrosiani - ha strette connessioni con quella ravennate e il repertorio musicale conserva alcuni canti che si trovano anche in antichi manoscritti provenienti proprio da Ravenna. Molti di questi canti comuni sono di origine greca e siriaca: questo non stupisce, perché Ravenna era il tramite naturale fra l’Oriente e l’Occidente. Le relazioni fra le due città hanno incrociato storia e leggenda: Galla Placidia e Onorio, figli di Teodosio I, sarebbero stati affidati dal padre morente alle cure di Ambrogio; quando Galla portò da Milano a Ravenna alcune reliquie di s. Vitale e dei martiri milanesi Gervasio e Protasio, ciò diede origine alla credenza che Vitale fosse il padre di questi ultimi".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018