20 settembre 2011 - Ravenna, Cronaca

Pubblica Assistenza, trent'anni al servizio dei cittadini

Nata nel 1981 l'associazione conta oggi circa 500 volontari

La Pubblica Assistenza di Ravenna si prepara a festeggiare i suoi trent'anni con una serie di eventi rivolti ai volontari e alla cittadinanza.

Nata nell'ottobre del 1981 come organizzazione no profit di utilità sociale, la Pubblica Assistenza ravennate gestisce ora la centrale per le richieste di trasporto interospedaliero a livello provinciale e collabora con l'unità operativa del 118, il servizio di pronto intervento sanitario. Attraverso il contributo di circa 500 volontari l'associazione offre un totale di 90.000 ore annue di servizi, suddivise tra l'attività di soccorso, l'assistenza sanitaria a manifestazioni sportive, il trasporto in ambulanza ed auto di malati per trasferimenti e il telesoccorso, rivolto ad anziani, persone sole o afflitte da handicap psico-fisici.

 

"Una volta c'erano i consigli ospedalieri, poi i consorzi, l'Ausl fino a Romagna Soccorsi  - ha spiegato il presidente Dino Guerra. I bisogni cambiano continuamente e dobbiamo essere pronti, anche il ruolo del volontariato è cambiato". Guerra ha poi anticipato che l'associazione potrebbe dotarsi a breve di un'ambulanza “antibatterica” in grado di autodisinfettarsi che sarà presentata venerdì nella sede di via Meucci.

 

Gli eventi prenderanno il via questa sera alle 20.30 quando, la sede della Cna provinciale ospiterà un incontro aperto alla popolazione dedicato all'ipertensione arteriosa. Domani e giovedì sarà la volta di due iniziative dedicate al promo soccorso per adulti e pediatrico. Domenica infine in viale Alberti, dopo premiazione dei volontari alla presenza della Autorità, saranno esposti per tutta la giornata i mezzi dell'associazione, con prove gratuite della glicemia e della pressione. Nel pomeriggio, in collaborazione con i vigili del fuoco, è in programma invece una dimostrazione di soccorso per auto incidentate.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.