27 novembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Enti locali e sicurezza, un convegno a Giurisprudenza

Promosso dalla facoltà di Giurisprudenza, sede di Ravenna, in collaborazione con Comune, Provincia e fondazione Flaminia si è aperto questa mattina il convegno “Politiche della sicurezza e autonomie locali”. Il professor Andrea Morrone, ordinario di Diritto costituzionale, ha fornito il quadro legislativo nel quale si sono calate poi le varie relazioni, dalle “dimensioni” costituzionali della sicurezza, al potere di ordinanza e al ruolo del sindaco, dalla polizia locale alle forme di coordinamento in materia di sicurezza, dall’incolumità pubblica, all’amministrazione della pubblica sicurezza. 

Sono poi intervenuti in apertura di convegno il prefetto Riccardo Compagnucci, il vicesindaco Giannantonio Mingozzi e l’assessore provinciale Massimo Ricci Maccarini. 

Sia il prefetto che il vicesindaco hanno sottolineato le novità di legge che rendono i Comuni e i sindaci interlocutori fondamentali per tutta la materia della sicurezza delle persone e degli ambiti urbani. Nel pomeriggio è prevista la tavola rotonda con la partecipazione di esponenti di Comuni emiliano romagnoli, dell’Anci, della Questura di Ravenna e della Regione. In mattinata la sessione si è chiusa con gli interventi di Marzio Barbagli, esperto nazionale di istituzioni pubbliche che ha trattato il tema della sicurezza urbana in relazione alle politiche sul territorio, e di Giuseppe Caia, docente dei corsi universitari ravenanti, che ha trattato il tema dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019